Domanda:
Non è etico che uno stagista non pagato arrivi spesso in ritardo?
Space Cadet
2015-04-24 20:04:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Prima di tutto, non sono tecnicamente uno stagista.

Sono nel mio ultimo anno scolastico e per superarlo devo programmare una domanda per un azienda con un partner. Questo è un progetto separato, quindi non stiamo lavorando con gli altri dipendenti sulle stesse cose, ma condividiamo l'edificio degli uffici e riceviamo i nostri spazi di lavoro. Fondamentalmente dobbiamo trattare il capo / capo progetto come nostro cliente e ripetiamo ogni 2 settimane per discutere le nuove funzionalità del programma.

Ma non è etico arrivare 5-10-15 minuti dopo in media nonostante abbia ricevuto 0 pagamenti? Nella mia mentalità sembra semplice; 0% di pagamento dell'azienda = non il 100% di input da me.

In questa domanda vorrei ignorare i fattori di "Vuoi trovare un lavoro dopo il progetto?". Inoltre non lo faccio penso che gli ultimi tempi influenzino la mia produzione perché stiamo finendo le caratteristiche del progetto con un ritmo adeguato.

Ti sei perso un pezzo chiave di questo. Professionalità. Questo tirocinio sarà elencato sul tuo curriculum in seguito e futuri potenziali datori di lavoro li contatteranno per un riferimento.
Un'altra cosa che non hai menzionato, PERCHÉ devi essere spesso 15 minuti dopo? Ad esempio, supponi di prendere i mezzi pubblici ed è difficile arrivarci esattamente all'orario giusto (perché spesso è in ritardo di 5-15 minuti). In tal caso, la cosa giusta sarebbe far sapere al tuo manager e assicurarti che sia chiaro.
[Questa domanda] (http://workplace.stackexchange.com/q/6086/2322) è molto simile - [la mia risposta] (http://workplace.stackexchange.com/a/6096/2322) è quasi esattamente ciò Scriverei anche qui.
Quanto è fermo l'orario di arrivo? Come è stata impostata questa aspettativa con te? In alcuni lavori che ho avuto, il capo si assicurava che tutti arrivassero prima delle 8:30 e questa era una regola ferma, in altri lavori non c'era un orario prestabilito ma potresti avere sguardi divertenti se entri dopo le 10.
@MDLNI I tempi variano da persona a persona. Ma quando ho chiesto per la prima volta i tempi di lavoro prima dell'inizio del progetto, il capo ha detto "dalle 9:00 alle 17:30".
Dovresti ottenere questo chiarimento con il tuo supervisore in azienda. Chiedete se va bene arrivare entro le 9:15 o il requisito delle 9:00 è fisso.
Correlato a Produttività personale: [Vantaggi di essere puntuali (o meno)] (http://productivity.stackexchange.com/q/13964/4716)
`Fondamentalmente dobbiamo trattare il capo / capo progetto come nostro cliente` Saresti spesso in ritardo per un cliente?
Il tag non dovrebbe essere etica, il tag dovrebbe essere professionalità: l'etica riguarderebbe qualcosa di disonesto o contrario ai principi della tua professione o del tuo codice personale. Non hai una professione (a meno che tu non voglia considerare lo studente come la tua professione). Professional non riguarda solo l'etica, ma anche l'aspetto e ciò che ci si aspetta da qualcuno nella professione. A meno che tu non lo stia facendo di nascosto (cercando di far pensare a tutti che arrivi in ​​tempo mentre non lo sei) questa non è una questione etica. È una questione di professionalità.
@jwodder: È assurdo. Ci sono molte domande, sia su questo sito che su academia.stackexchange.com, dove la domanda è "____ è etico?" E la risposta è si." L'etica non è banale e spesso dipende dal contesto culturale (inclusa la cultura professionale e la cultura accademica).
Nove risposte:
#1
+31
Myles
2015-04-24 20:51:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dipende dagli obiettivi della partnership tra l'industria e la tua scuola. Se l'obiettivo è puramente il risultato finale, a loro non dovrebbe importare nemmeno se lavori da casa alle 2 del mattino. Se l'obiettivo di questo sforzo è quello di offrirti un'emulazione di cosa significhi lavorare nel settore, qualunque regola governa il comportamento dei dipendenti dovrebbe governare anche la tua.

La migliore linea d'azione è fare sicuro che tutte le parti (tu, scuola e azienda) abbiano la stessa comprensione degli obiettivi del programma. Sarai quello che sembra cattivo se la tua comprensione non è in linea con la loro.

Penso che tu sia l'unica persona qui dentro che ha davvero capito che c'è una netta differenza tra uno stage e la mia situazione. E sì, la maggior parte dei programmatori dedica tempo anche a progetti al di fuori del lavoro. Il punto di tutta questa operazione è consegnare il prodotto desiderato a un cliente ed è quello che sto facendo. (Inoltre, perché la mia domanda ha ricevuto voti negativi? Sembra che le persone stiano prendendo questa domanda come se fosse uno dei loro colleghi a chiederla e volessero sfogare quella persona ...)
@SpaceCadet Probabilmente non avresti dovuto usare la parola stagista nel titolo della domanda perché non sembra proprio quello che stai facendo.
-1
Anche se potresti non voler definirti uno stagista, potrebbe essere un problema, dato che stai ottenendo un certo valore dal tempo e dagli sforzi dell'azienda, vale a dire dalla tua laurea. E a proposito, stanno spendendo anche per te, quindi sii rispettoso di questo.
@SpaceCadet Prima di agire in merito a questo, probabilmente dovresti confermare con la scuola e l'azienda che la comprensione da parte di tutti degli obiettivi del programma è allineata. Sei tu quello che sembra cattivo se la tua comprensione del punto del programma è diversa dalla loro.
Risposta aggiornata per riflettere il chiarimento dai commenti.
@JimmyBreck-McKye, che non è del tutto corretto. Questa è una relazione reciprocamente vantaggiosa. Il fatto che non ci siano soldi che cambiano di mano non significa che non venga "pagato". Entrambe le parti stanno ottenendo qualcosa di valore. Se mi occupo della rete del mio commercialista e lui fa le mie tasse e nessun denaro passa di mano, ciò non significa che non ci sia stata alcuna transazione di valore.
@JimmyBreck-McKye, Non ho tutti i fatti, ma presumo che poiché si tratta di crediti di laurea, c'è un accordo formale tra la scuola e l'azienda. Se lo studente non è a conoscenza delle regole, non è responsabile nel confermarle. Lo studente non è "del tutto non pagato" e lo studente è chiaramente a conoscenza dell'orario di arrivo previsto. Non mi sembra irrealistico che lo studente aderisca alle aspettative del programma come parte del conseguimento della laurea.
Buon punto sulla presenza fisica rispetto ai risultati finali: quello stagista non pagato produce nonostante sia arrivato in ritardo? Resta anche lui fino a tardi? Ad esempio, non sono decisamente una persona mattiniera, quindi quando ho fatto uno stage, non sono quasi mai arrivato prima delle 10:00 e raramente me ne sono andato prima delle 20:00. Fortunatamente ho avuto un capo che si è reso conto che non aveva senso avere un corpo semicosciente e con gli occhi annebbiati seduto intorno a non fare altro che bere caffè per un paio d'ore.
@JimmyBreck-McKye "lavoro non retribuito": la domanda è se il "datore di lavoro" si aspetta lo stesso livello di professionalità del lavoro retribuito e se lo "stagista" è in grado di fornire quel livello. In caso contrario, questo lavoro non retribuito non vale quanto potresti pensare.
#2
+29
NotMe
2015-04-24 20:22:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La parte davvero importante che ti manca qui è che arrivando in ritardo crei l'impressione che il manager / capo ha di te.

Due fattori principali di uno stage sono:

  • per consentire all'azienda di determinare se desidera o meno assumerti.
  • per essere in grado di avere un solido riferimento per quando cerchi un ulteriore impiego.
  • Arrivando in ritardo stai distruggendo quelle possibilità. Non assumerei qualcuno che fosse costantemente in ritardo. Se il tirocinio non è abbastanza importante per essere puntuale, probabilmente non lo sarebbe neanche un lavoro a tempo pieno. Inoltre, se fossi contattato per fornire un riferimento su uno stagista inaffidabile, non avrei avuto remore a dirgli "Space Cadet non sa cosa significa" puntuale "". E, sì, un gran numero di aziende crede che essere al lavoro in orario sia importante tanto quanto consegnare il proprio lavoro in tempo.

    A questo punto della tua vita ci sono cose molto più importanti del fatto che tu lo sia essendo pagato. Stai creando un precedente per il tuo futuro stabilendo una storia lavorativa abbastanza priva di rischi. Quindi non soffocare pensando che non abbia importanza.

    Infine, il "pagamento" in questo caso consiste nel fornire una formazione sul lavoro che va oltre ciò che impari in classe e lo stai buttando via ma non sei presente in tempo.

    Non riesco proprio ad accettare di considerarmi uno stagista. Dal momento che non stiamo ricevendo guida o formazione, considero questo più come un lavoro freelance per un'azienda. E quando penso come freelance, non penso a orari di lavoro rigidi. Questo forse cambia il tuo aspetto? Grazie per la tua risposta dettagliata in entrambi i casi!
    @SpaceCadet: No, non cambia la mia prospettiva. Se non ti interessa il tirocinio allora esci, altrimenti stai sprecando il tempo di tutti e ti causerà problemi in seguito. Se ti interessa, inizia a presentarti e ad impegnarti. È davvero così semplice.
    Inoltre, il fatto stesso che tu ripeti e parli con il capo ogni due settimane significa che stai effettivamente ricevendo un certo livello di guida o formazione, che te ne renda conto o meno.
    Sono decisamente d'accordo con NotMe. Fare uno stage (anche non retribuito) è una grande opportunità; dovresti sentirti fortunato e prenderlo sul serio. Se i dipendenti pagati e il tuo collega stagista si presentano generalmente in tempo, devi fare lo stesso. Anche come libero professionista, è importante essere puntuali nelle situazioni in cui si lavora con un'altra persona.
    @SpaceCadet Se c'è una ragione legittima per cui devi arrivare in ritardo, la cosa professionale da fare è discuterne in modo che tutti sappiano quando puoi effettivamente essere lì. Ma se lasci che le persone indovinino quando ti presenterai, non va bene per nessuno.
    Poiché il richiedente ha da allora chiarito la sua domanda per indicare che non è uno stagista e non richiede un riferimento, questa risposta probabilmente non è pertinente.
    @JimmyBreck-McKye: Forse. Sono d'accordo con Myles in quanto se in questo non c'è altro che un semplice risultato, a chi importa a che ora si presenta l'OP. Tuttavia, dato che il PO sta eseguendo il lavoro in loco, * presumo * che il deliverable sia solo un aspetto del grado ed è a rischio del PO ignorarlo.
    #3
    +10
    HLGEM
    2015-04-24 22:50:56 UTC
    view on stackexchange narkive permalink

    Secondo tutte le definizioni di tirocinio non retribuito che abbia mai visto, questo è uno stage. Sei lì per imparare a navigare sul posto di lavoro e acquisire esperienza professionale. E hai bisogno del completamento del lavoro per passare. Quindi vieni pagato non solo in denaro. È controproducente soffiare questa opportunità come poco importante perché non vieni pagato. Se li irriti abbastanza per la tua mancanza di professionalità, potresti benissimo non passare. Sicuramente non riceverai un'offerta di lavoro dal posto e probabilmente otterrai una cattiva referenza. In altre parole, avrai sprecato il tuo tempo e peggiorato la tua situazione personale piuttosto che migliorata.

    I professionisti non si limitano a vagare quando vogliono. Se sanno che stanno arrivando più tardi del normale orario, lo dicono al loro capo. Potrebbero avere un accordo su quali ore essere lì (potrei aspettarmi di presentarmi entro le 11 non 8) o potrebbero avere un tempo flessibile (che sicuramente ti dà più libertà ma non il controllo totale in generale), ma il vero problema è in non far sapere alle persone quando aspettarti. Soprattutto quando diventi più anziano, dovrai coordinarti con gli altri ed è molto fastidioso quando la persona con cui hai bisogno di parlare di qualcosa vaga dentro ogni volta.

    Alcuni luoghi sono più flessibili di altri riguardo al ritardo della varietà di 10-15 minuti se è occasionale.

    Tuttavia, la flessibilità potrebbe dipendere dalla flessibilità di altre parti dell'organizzazione. Se le persone in altri reparti non hanno la flessibilità di arrivare in ritardo, il ritardo comunque è meno accettabile perché le risorse umane vorranno assicurarsi che tutti i dipendenti siano trattati allo stesso modo.

    Il posto peggiore che abbia mai visto per questo è stato un call center con alcune persone di supporto per gli sviluppatori. Le persone lì dovevano anche fare delle pause a un orario prestabilito e ottenere il permesso di andare in bagno. Le persone che non erano al telefono e che non seguivano le stesse regole sono state chiamate all'ufficio risorse umane perché i chiamanti si sono lamentati. È stato stupido? In effetti lo era. Ma fintanto che lavoravi lì (e credimi quasi tutti uscivano non appena potevano trovare un altro lavoro), dovevi seguire le regole e c'era una probabilità dello zero% che cambiassero. Devi discuterne, non con noi, ma con il tuo capo per scoprire cosa è accettabile dove lavori.

    Una delle cose principali che devi imparare in uno stage di questo tipo è che le aspettative dell'azienda saranno diverse in ogni azienda e devi soddisfare le aspettative di quell'azienda; non cambieranno per essere ciò che preferiresti. Questo fa parte dell'essere junior, hai meno potere di un collega anziano rispettato nell'ottenere l'accettazione delle modifiche alle regole o nel poter ottenere un'eccezione per te.

    Molto probabilmente quando questa azienda fornirà feedback alla tua scuola (e lo farà se dovrai farlo per superarlo), non valuterà solo il merito tecnico di ciò che hai costruito, ma anche il tuo atteggiamento. Abituati a questo ora: fa parte di ciò che sei lì per imparare. A scuola, nessuno valuta l'atteggiamento. Negli affari è spesso significativamente più importante delle competenze tecniche. Da quello che hai scritto, hai intenzione di soffiare via come non importante. Se non puoi prenderlo sul serio perché non vieni pagato, meriti di essere bocciato. E prenderlo sul serio include seguire le loro politiche anche quelle che personalmente consideri stupide come preoccuparti del ritardo.

    In tutti i lavori ci sono cose con cui non sei d'accordo. Nessuno ottiene sempre quello che vuole e le persone che ci provano spesso sono le prime persone di cui i manager si liberano. Nessuno vuole assumere una prima donna che non si adatta alla cultura aziendale. Soprattutto non a livello junior. Gli anziani di prim'ordine, essendo molto più rari, hanno molto più margine di manovra perché sono più difficili da reclutare. A livello junior, probabilmente avranno 100 o più applicazioni entro poche ore dall'annuncio. Quindi, se qualcuno dice che il tuo ritardo è un problema (e immagino che qualcuno lo abbia fatto o non lo chiederesti), prendilo sul serio e risolvi il problema anche se non sei d'accordo con la soluzione.

    #4
    +5
    cdkMoose
    2015-04-24 22:37:45 UTC
    view on stackexchange narkive permalink

    Non passerei troppo tempo a preoccuparmi di un nome per quello che stai facendo. Più importante è perché lo stai facendo e perché la tua scuola e questa azienda sono coinvolte. Potresti non essere "pagato" ma riceverai un compenso. Questa azienda sta partecipando come parte del tuo conseguimento della laurea e penso che abbia un valore significativo.

    L'azienda e la tua scuola hanno probabilmente alcune aspettative su come funziona questo programma, quindi dovresti iniziare con loro per identificare quelle aspettative. Hai scelto di usare il termine in ritardo, il che per me implica che c'era un tempo previsto nella mente di qualcuno e te lo sei perso. Mi aspetto che questo si rifletta negativamente su di te sia per il tuo consulente che per lo sponsor dell'azienda. Questo potrebbe non costarti nulla, ma quando cerchi di fare domanda per un lavoro o per un diploma di scuola superiore, è importante che una di queste persone ti dia una forte raccomandazione, quindi considera che.

    Non etico è probabilmente il domanda sbagliata da porre, ma a mio avviso, poiché sembra che tu sappia che c'è qualche aspettativa sull'orario di arrivo e ti manca, allora ciò mostra una mancanza di professionalità.

    Aggiunta sulla base di ulteriori commenti sopra:

    Dato che "il capo ha detto" dalle 9:00 alle 17:30 "", chiaramente c'è un'aspettativa per l'inizio della giornata lavorativa. Presentarsi ripetutamente in ritardo a meno che non ci sia un buon motivo condiviso con il tuo responsabile in loco è decisamente poco professionale.

    #5
    +4
    blankip
    2015-04-24 22:51:19 UTC
    view on stackexchange narkive permalink

    Penso che una cosa manchi qui dal punto di vista dello sviluppo è il valore che aggiungi. Ero conosciuto come il capo più severo ma rilassato della mia azienda. La nostra merda è stata fatta prima, ma poi è il tuo momento.

    Quindi i miei ragazzi avrebbero dovuto fare tutto ciò che avevamo nel nostro piano di progetto. Quindi se hanno finito 2 ore prima del dovuto tornare a casa, potrebbe essere l'ora del film.

    Abbiamo avuto un grande capo da fuori città e si è imbattuto nel mio gruppo all'unisono guardando Star Wars (con popcorn) alle 14:00. Ha iniziato a urlarmi contro ... ho detto, "beh, siamo 3 giorni in anticipo rispetto al piano del progetto e mi stai urlando contro? Il team di Mike ci ha causato ritardi ed è indietro di 2 settimane e hanno più persone". Il suo atteggiamento è cambiato all'istante.

    Ma ... e grande ma ...

    Ho trovato dipendenti migliori perché quelli bravi generalmente prendevano un po 'meno soldi e si facevano strada il mio gruppo. E per la maggior parte non si sono limitati a guardare i film quando hanno finito presto. Ho organizzato concorsi trimestrali "idea migliore" e stavano lavorando a qualcosa del genere oa un miglioramento per una delle nostre app che era fuori portata.

    Semplicemente non lavori o aggiungi nulla al di là di quanto stabilito. È fantastico perché hai fatto il tuo lavoro. Ma al massimo sei nella media. Solo un ragazzo che pattina e fa il suo lavoro di base e aggiunge poco alla squadra. Non hai chiesto se potevi fare qualcos'altro o di più o qualcosa. È nella media. Non aspettarti che ti succeda qualcosa di più della media e poi arrivare tardi è bello.

    #6
    +2
    Steve Jessop
    2015-04-25 03:59:28 UTC
    view on stackexchange narkive permalink

    A condizione che tu sia onesto, non vedo alcun problema etico in ciò che proponi.

    Sicuramente ci sono alcune visioni del mondo profondamente incentrate sull'azienda che potrebbero dire che non appena un'azienda ti fa l'immenso favore di permetterti di lavorare per loro, pagato o no, allora è tuo dovere morale primario obbedirle sotto ogni aspetto, mai mettere in discussione o negoziare i loro termini, proteggere i loro interessi in ogni momento, e mostra loro una grata gratitudine, fino al momento in cui ti mettono da parte o te ne vai. Esagero questo POV, ma nei casi peggiori solo leggermente. Non gli devi tutto questo, quindi cerca di capire quale dovere gli devi veramente e se cambi idea se vuoi adempiere a quel dovere, diglielo.

    Onestà significa no mentire su quando sei arrivato, e significa anche non nascondere che stai violando qualsiasi accordo che potresti aver fatto con loro su quando arriverai. Se non stai facendo nessuna di queste cose, non li stai ingannando per nulla.

    Come hanno detto tutti gli altri, potrebbe non essere per il tuo massimo vantaggio personale non essere puntuale, per una serie di motivi diversi. Ma è solo poco puntuale se sei più tardi di quanto dovresti essere. Hai il diritto di chiedere o offrire termini diversi (inclusa l'ora di inizio) da quanto inizialmente previsto. Non hai alcun obbligo etico di strappare ogni singolo momento di tempo in loco da questo tirocinio, né del resto hai l'obbligo etico di ottenere il miglior riferimento possibile dal tuo finto datore di lavoro alla fine di esso.

    Indipendentemente dal fatto che tu stia ottenendo qualcosa di valore da questo tirocinio, hai un incarico come parte dei tuoi studi. A meno che non si ottenga un accordo esplicito, parte dell'incarico consiste nel seguire la routine di un vero dipendente, il che di solito significa presentarsi in tempo. Sei libero di completare o meno il tuo incarico e la tua decisione ha più conseguenze per te di chiunque altro. probabilmente non ti licenzieranno per essere ripetutamente in ritardo fino a 15 minuti, e quasi certamente non senza preavviso, quindi se sei felice di dare l'impressione di essere un po 'pigro e / o disorganizzato e / o irrispettoso, suppongo che faccia tutto parte del processo di apprendimento scoprire cosa (semmai) accade a persone del genere in questo particolare luogo di lavoro ;-)

    Se c'è qualche motivo specifico per cui iniziare a La 9.15 è meglio per te che iniziare alle 9.00, quindi la cosa intelligente da fare è probabilmente discuterne con il tuo capo dell'azienda. Alcune persone saranno abbastanza flessibili, soprattutto dato che non ti pagano, e ancora di più se ti stanno ottenendo un lavoro prezioso per poca supervisione. Altri non saranno flessibili, ma almeno conoscerai il punteggio. D'altra parte, se vuoi solo essere "in ritardo di 15 minuti", non importa a che ora dovresti essere lì, come protesta contro il fatto di essere utilizzato per lavoro non retribuito, allora suggerirei che è più intelligente solo per superarlo e accettare i termini in base ai quali la tua laurea viene conseguita nonostante non ti piacciano.

    In alcuni settori, è un fatto semplice (almeno negli Stati Uniti e in una manciata di altri paesi) che i tirocini non retribuiti sono il pagamento che ci si aspetta di fare in anticipo, al fine di ottenere un vero lavoro nel settore in seguito . Non è immorale offrire loro meno del pagamento completo, si chiama "mercanteggiare", è solo meno probabile che venga accettato. Anche se non vuoi mai lavorare nel settore, e quindi non ti interessa l'esperienza o il riferimento, se è necessario per laurearsi, fa anche parte del pagamento che fai per la tua laurea.

    #7
      0
    Zibbobz
    2015-04-25 00:51:33 UTC
    view on stackexchange narkive permalink

    La domanda che devi porsi è se tu, nella stessa situazione, scriveresti una recensione favorevole per il tuo tirocinante se entrasse spesso al lavoro in ritardo senza preavviso.

    Se la tua risposta è "Scriverei una recensione favorevole", ti stai prendendo in giro. Non vorrai. E non dovresti. Non è professionale presentarsi al lavoro fino a tardi senza preavviso.

    Nota, tuttavia, che se hai un motivo legittimo per presentarti tardi (lezioni mattutine, nausea, obblighi personali) e risolverlo con il capo in anticipo, non solo sarebbe accettabile, ma mostra che ti ritieni responsabile delle tue azioni, il che è un modo buono per apparire più favorevole all'eventuale valutazione che dovranno completare.

    Ora, non usare questa scusa per presentarti in ritardo solo perché ne hai voglia (pochi luoghi di lavoro reali lo faranno e il tuo tirocinio probabilmente non sarà diverso), ma se lo hai un motivo legittimo per cui devi presentarti in ritardo, non c'è motivo per non parlarne in modo da poter risolvere qualcosa. Potresti persino, se premuto, offrirti di recuperare il tempo all'altro capo della giornata (rimanendo fino a tardi per compensare l'arrivo in ritardo).

    In definitiva, però, è tutto su ciò che il tuo capo e il l'azienda per cui stai facendo il tirocinio penserà al tuo comportamento, quindi se dicono di no, la risposta è no.

    #8
      0
    user8365
    2015-04-26 22:11:45 UTC
    view on stackexchange narkive permalink

    Potresti non pensare di essere pagato, ma l'azienda sta sicuramente spendendo tempo e denaro per te e questo progetto. Se percepiscono presentarsi in tempo come una dimostrazione che ci tieni a questo progetto, potrebbero tenere contro di te il tuo ritardo. Ti daranno un feedback duro e poco costruttivo o un feedback molto limitato. Nessuno dei due ti aiuterà a essere un programmatore migliore.

    Di nuovo, questo si basa sul loro valore di persone puntuali. Altri possono altrettanto facilmente dare maggiore enfasi al tuo abbigliamento, alla tua personalità, alle tue capacità di parlare e alla qualità delle tue domande. Non si tratta solo del codice.

    #9
      0
    Joe Strazzere
    2015-04-27 00:21:17 UTC
    view on stackexchange narkive permalink

    Fondamentalmente dobbiamo trattare il capo / responsabile del progetto come un nostro cliente ...

    Ma non è etico venire 5-10-15 minuti dopo in media nonostante si riceva il pagamento 0? Nella mia mentalità sembra semplice; 0% di pagamento aziendale = non 100% di input da parte mia.

    Senza conoscere le specifiche delle tue "aspettative di contratto / scuola" non c'è un vero modo per commentare l '"etica" delle tue azioni.

    Hai concluso che il tuo compito è consegnare un progetto a qualunque termine tu scelga.

    Hai anche concluso che non devi presentarti "in tempo". Ma se fosse davvero così, non ci sarebbe nessun momento in cui potresti concludere di essere in ritardo. Quindi sospetto che tu conosca la vera risposta.

    Hai perso un'opportunità per comprendere appieno le aspettative del tuo cliente e per fornirle eccezionalmente bene. È un peccato. Il tuo cliente ti sta offrendo un'ottima situazione di apprendimento e non sembra che tu ne stia sfruttando al massimo.

    Se sei classificato in "etica" potresti essere nei guai. Anche se no, hai perso un'occasione per dimostrare professionalità agli altri, ma soprattutto a te stesso.

    Parla con il tuo cliente. E parla con il tuo consigliere scolastico. Chiarire e comprendere appieno le loro reali aspettative. Prometti di consegnare completamente da ora in poi. Starai meglio per questo.



    Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
    Loading...