Domanda:
Come posso convincere il mio collega a smettere di chiamarmi alla sua scrivania quando vuole il mio aiuto?
trio
2014-04-05 05:39:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho un collega fastidioso che mi chiede sempre di venire alla sua scrivania se ha una domanda su qualcosa.

Quello che ha sullo schermo è sempre aperto sullo schermo e potrebbe sempre andare alla mia scrivania e chiedermi la stessa cosa, ma lui chiede sempre a me di vieni alla sua scrivania.

Mi innervosisco perché devo lasciare la mia scrivania e andare dalla sua quando sono nel bel mezzo di un lavoro. Dopo un sacco di frustrazione gli ho detto di inviarmi un'e-mail quando ha domande. Vorrei parlarne con le risorse umane, ma temo che sembrerò stupido.

So che è sbagliato e lo sa anche perché non mi chiederà mai di farlo quando ci sono le risorse umane. Non è affatto il mio superiore. Lavoro con molte persone e tutti gli altri vengono alla mia scrivania quando hanno domande.

Cosa dovrei fare in una situazione del genere?

Direi "no, sono occupato". Oppure, se mi sentivo accomodante, "no, se vuoi il mio aiuto, puoi venire qui". Perché non stai già facendo qualcosa di simile?
che cosa va alle risorse umane e si lamenta di me che non sono stato d'aiuto
Bene, se sei davvero * così * preoccupato per lui che si lamenta con le risorse umane ... a) perché? eb) usa la versione accomodante - digli di venire da te per chiedere aiuto. Se si lamenta con le risorse umane che deve alzarsi dal culo e venire da te per ricevere assistenza ... sembrerà un piagnucolone e nessuno lo prenderà sul serio.
Insegnagli la [tecnica di gomma ducking] (http://blog.codinghorror.com/rubber-duck-problem-solving/)
@DaveJohnson Grazie per avermi insegnato questo termine. Ero a conoscenza dello scenario "Chiedi a Bob" in cui hai trovato la risposta a un problema mentre cercavi di spiegarlo. "Rubber ducking" sembra essere una pratica progettata specificamente per innescare questo scenario.
Cinque risposte:
enderland
2014-04-05 19:14:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

So che è sbagliato e lui lo sa anche perché non mi chiederà mai di farlo quando ci sono risorse umane. Non è affatto il mio superiore. Lavoro con molte persone e tutti verranno alla mia scrivania se hanno domande.

Quando sei lì, prendi il controllo del suo computer e rispondi alle sue domande eseguendo il lavorare per lui? In tal caso, interromperla immediatamente. Questo è un comportamento molto abilitante.

Devi leggere questo articolo poiché questa persona suona come il classico esempio di un vampiro di aiuto.

Voglio sapere cosa voi ragazzi penso che dovrei fare in una situazione del genere OPPURE qual è la cosa giusta da fare.

Se qualcuno è disposto a disturbare il tuo lavoro e il tuo flusso di lavoro e l'unica ragione è "Non voglio sganciarmi il mio laptop "allora devi renderti conto che questa persona è stata abilitata al punto in cui potrebbe ritenere che sia loro giusto avere la tua attenzione in questo modo.

  1. Il prossimo ogni volta che ricevi una richiesta come questa, rispondi qualcosa del tipo "ehi, le 3:30 funzioneranno (o domani, assicurati che mancino almeno diverse ore) - Sono nel bel mezzo di qualcosa in questo momento."
  2. Discuti apertamente se insiste che tu venga alla sua scrivania o che sia immediato.
    • "Ehi, voglio aiutarti, ma tu lo rendi davvero frustrante per me. Posso mostrarti ciò di cui hai bisogno alla mia scrivania - devi capire che non posso continuare a interrompere il mio lavoro per aiutarti. Sei l'unica persona che richiede che io vada alla loro scrivania invece di inviarmi email / IM. "
  3. Indossa le cuffie. Questo significa che l'unico modo in cui la persona potrà attirare la tua attenzione deve venire. Questo potrebbe essere sufficiente per risolvere completamente il problema, a seconda del livello di aiuto al vampirismo.
  4. Se continua, parla con il suo manager. Sembra che anche tu sia un manager, se non parli prima con il tuo manager, ma in ogni caso, qualcuno che è responsabile di questo dipendente potrebbe aver bisogno di una discussione diretta sull'etichetta di chiedere aiuto ad altri membri del team.
  5. Parla con tutto il tuo team e assicurati che tutti abbiate un approccio simile.
alroc
2014-04-05 06:17:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non c'è niente di sbagliato nel dire "no" a qualcuno, purché lo faccia nel modo giusto.

Devi essere accomodante, ma gestisci le aspettative del tuo collega e guidalo verso la consapevolezza che non ci sei per sua comodità. Riconoscilo, ma rimandalo in modo che tu possa concentrarti sul tuo lavoro fino a raggiungere un punto di rottura naturale.

Di solito vado con una variazione come segue:

I può aiutarti in questo, ma ho bisogno di circa 15 minuti per arrivare a un buon punto di arresto della mia attività corrente. Mi fermerò alla tua scrivania quando raggiungerò quel punto.

I punti chiave qui:

  • Riconosci che lo aiutalo
  • Segnalagli che non puoi mollare tutto ogni volta che chiede
  • Dagli un lasso di tempo in cui può aspettarsi la tua assistenza
  • Sii gentile a riguardo

Ci saranno volte in cui sarai in grado di aiutarlo immediatamente. Va bene. Ma devi trovare un equilibrio in cui ci sia abbastanza tempo per assicurarti che anche il tuo lavoro venga svolto in tempo.

Con un po 'di fortuna, alla fine riceverà il suggerimento e "Io hai bisogno di aiuto in questo momento "cederà il posto a" quando avrai un momento, puoi venire? "

Ma il problema è ogni volta che si aspetta che io vada dalla sua scrivania.
È possibile aiutarlo a distanza? In tal caso, inizia a farlo (non tutte le volte all'inizio). In caso contrario, riadatta le sue aspettative come ho scritto sopra. Se non sta imparando e diventa meno dipendente, devi andare dal tuo manager e spiegare che la dipendenza del tuo collega da te influisce negativamente sul tuo lavoro.
Il fatto è che si siede proprio di fronte alla mia scrivania e sono come 3 passi per camminare sulla mia scrivania. Inoltre abbiamo diversi gestori. La parte più fastidiosa è perché dovresti chiamare qualcuno alla tua scrivania quando puoi venire così facilmente dalla mia scrivania. Il motivo per cui dà il suo devo rimuovere il mio laptop dal dock. Ecco come inizia "Ehi, ho una domanda". Dirò "chiedi" e poi lui "puoi venire". E imparando da lui altri hanno iniziato a chiedermi di venire ai loro banchi.
Devo semplicemente andare alle risorse umane e discutere la situazione? Ho detto molte volte "Per favore, vieni o inviami la tua domanda via email". Ma poi aspetterà per un po 'e una volta che sarò andato alla riunione chiamerà la persona che lavora sotto di me e farà perdere il suo tempo.
Scusa per essere così dettagliato ma questo è quello che sto affrontando :(
Semplicemente non voglio che vada prima alle risorse umane e si lamenti che non gli sto aiutando. Beh, lavoro con altre 20 persone e lei sarà l'unica a dirlo, ma comunque.
Di nuovo, portalo al tuo manager. Lascia che lo porti al manager del tuo collega. Affrontare cose come questa fa parte del loro lavoro. Non affrontarlo affatto per paura alla fine avrà un impatto negativo sul tuo lavoro e ti ritroverai a parlarne con le risorse umane.
Sei così impegnato a preoccuparti di cosa succederà se ti difendi che non stai considerando cosa succederà se non lo fai.
Grazie per l'aiuto. Immagino che tu abbia ragione, dovrei portarlo al mio manager e da lì.
Monica Cellio
2014-07-04 00:18:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Glendower:
Posso chiamare gli spiriti dal vasto abisso.

Hotspur:
Perché, posso farlo anch'io, o così posso fare qualsiasi uomo;
Ma verranno quando li chiamerai? 1

Sii meno disponibile. Non ha motivazione per cambiare; può chiamarti a suo piacimento.

Poiché questo è un collega (e non, diciamo, quel ragazzo che ti tormenta sempre su Facebook o ti chiama al telefono), dovrai farlo in modo meno schietto di te potrebbe piacere. Nella mia esperienza nel trattare con i vampiri di aiuto (ed è quello che sembra che tu abbia qui), ho scoperto di aggiungere gradualmente più barriere per funzionare bene:

  • La prossima volta lo fa, digli che passerai quando sarai disponibile. Rendi il ritardo più lungo del solito ma non (ancora) oltraggioso; se è abituato a ricevere il tuo aiuto entro 10 minuti, ad esempio, fallo aspettare un'ora o due.

  • Aumenta gradualmente il ritardo. Menziona che è il benvenuto alla tua scrivania se per lui è più facile.

Fagli più problemi di quanto valga la pena di chiedere aiuto suo modo, ma per lui è facile ottenerlo a modo tuo . La seconda parte è importante: non è che tu non sia disposto ad aiutarlo, ma devi farlo in modo diverso.

1 William Shakespeare, Enrico IV , Parte I Atto 3

Vietnhi Phuvan
2014-04-05 16:01:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink
  1. Alzarsi, andare da lui e parlare con lui non mi dà fastidio - è un esercizio gradito - alzarsi è negativo ma guardare ad alzarsi come esercizio trasforma un negativo in positivo;
  2. Se il mio collega è gentile con me in tutti gli altri modi, lo sopporto. Noterò che è più facile indicare un'area specifica dello schermo quando sono sul posto;
  3. Se sto lavorando a qualcosa, prima ho finito di aiutarlo, prima torno a quello che stavo facendo, si spera senza essere nuovamente interrotto nel giro di pochi minuti.
  4. Sì, ho una mentalità di squadra. Ma poi, questo è il mio pregiudizio lavorativo: il mio lavoro è ingegnere di sistema di terzo livello - significa che devo eseguire il backup degli altri due livelli e che se non posso sopportare interruzioni e supportare il team, non dovrei farlo cosa sto facendo. A parte questo, non è una cattiva opportunità per socializzare un po ', conoscere un po' meglio le persone, sapere cosa stanno facendo - non so mai quando potrei averne bisogno come backup :)

    A volte, il mio capo mi telefona per entrare nel suo ufficio. Se non voglio essere interrotto, gli dico che è su questo che sto lavorando. Quindi decide se vuole ancora vedermi in questo momento, o se è meglio fare qualcos'altro finché non arrivo a un punto di sosta e lo chiamo per chiedergli se è disponibile per la discussione che voleva avere.

CaptainCodeman
2014-07-03 15:28:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Secondo me, il tuo problema è questo:

Mi innervosisco molto perché devo lasciare la mia scrivania e andare dalla sua quando sono nel mezzo di un lavoro.

In altre parole, pensi di dover lasciare la tua scrivania e aiutarlo, quando in realtà non lo fai.

Il modo più delicato per affrontare questo lascialo venire da te. Se chiede aiuto, digli qualcosa del tipo "passa di sicuro e te lo spiego". Se dice "vieni alla mia scrivania", non fare nulla. Verrà da te o lo scoprirà da solo.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...