Domanda:
Cosa fare quando i reclutatori non considerano il lavoro freelance come esperienza
Dipan Mehta
2012-04-11 13:03:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è stato un periodo in cui ero un libero professionista individuale, senza aver formato una ditta o qualcosa del genere e senza avere certificati ufficiali di esperienza. Anche se ce l'ho fatta, dopo un po 'ho lasciato il libero professionista e sono tornato a un lavoro regolare.

In genere, durante le interviste le persone elogiano il fatto che sei autonomo, dato che sei stato un freelance. Tuttavia, quando le persone delle risorse umane calcolano i pacchetti retributivi, penso che lo usino come scusa e definiscano il mio periodo di freelance come anni senza esperienza pertinente. Quindi, sembra che sia uno svantaggio tanto grande quanto non avere un lavoro durante quel periodo.

Cosa ci si aspetta come esperienza professionale da anni di freelance? Come presenti in modo appropriato questa esperienza ai potenziali reclutatori?

MODIFICA
Proprio come suggerito dalle persone, c'è stato un buon progetto tecnologico che avevo fatto ed era anche elencato in curriculum vitae. Ho avuto anche pubblicazioni internazionali da quel lavoro. E sono stato valutato criticamente proprio su quel progetto perché era il lavoro più rilevante che avevano ottenuto a differenza di qualsiasi altro candidato.

Penso che i miei capi diretti capissero il valore del mio lavoro e dipendessero da me in modo critico; ma le risorse umane lo hanno usato solo come scusa.

Potresti fornire esempi del lavoro che hai svolto: risultati finali, specifiche, feedback dei clienti, ecc. Forse provare a mostrare un po 'di progresso nel lavoro che hai svolto, illustrando che hai migliorato le abilità a, b e c negli n mesi in cui hai lavorato come freelance .
Due risposte:
#1
+19
Shauna
2012-04-11 17:46:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Prima di tutto, assicurati che capiscano che il tuo lavoro di freelance riguardava progetti reali e professionali. Molte persone (in particolare le grandi aziende) pensano che "freelance" sia solo un modo elegante per dire che hai costruito la pagina di vanità del cane della sorella di tua madre e sei stato pagato $ 10 per farlo. Spiega il lavoro che hai svolto per costruire le tue relazioni d'affari. Anche se non eri registrato come società, eri ancora in attività. Le persone ti hanno assunto per eseguire un servizio, avresti (dovuto) compilare le pratiche fiscali di conseguenza, hai interpretato il ruolo di manager, project manager, dipendente , contabile e altro e così via. Assicurati che sia chiaro fin dall'inizio.

Una volta arrivato al punto di negoziare lo stipendio, l'azienda ha deciso che ti vuole. Pertanto, hai più leva per la negoziazione che nel processo di intervista. Spiega loro che la tua esperienza di freelance è ancora un'esperienza professionale (e potrebbe anche non essere diversa da ciò che fa l'azienda) e che ritieni di dover essere ricompensato di conseguenza. Spesso l'azienda sarà disposta a collaborare con te, ma ovviamente preparati a rinunciarvi se pensi di essere sottocompensato.

Tuttavia tieniti al corrente tieni presente che potresti non essere pagato alla stessa tariffa di un dipendente come se fosse un libero professionista. Non posso parlare per altri paesi, ma negli Stati Uniti i liberi professionisti possono in genere addebitare da 2 a 3 volte quello che le loro controparti "tradizionali" vengono pagate, perché i liberi professionisti devono prendersi cura dei propri benefici (assicurazione sanitaria, 401k, tempo libero , ecc.) e la metà "datore di lavoro" delle imposte sul reddito. Quindi assicurati di tenere in considerazione i tuoi vantaggi quando prendi in considerazione un pacchetto di compensazione.

+1 - Indico la posizione di imprenditore indipendente nel mio curriculum e includo i riferimenti per i miei progetti. La cosa migliore che ho trovato è chiedere una lettera di referenze al termine.
Il bit di benefici / tasse è lo stesso nel Regno Unito. Anche i lavoratori autonomi "guadagnano" di più qui, ma a meno che tu non sia davvero fortunato e lavori il 90% delle volte, nel lungo periodo equivale a essere un dipendente.
#2
+6
David Navarre
2012-08-09 01:23:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non lo chiamerei free-lance. Come dice @Chad nel suo commento, identifica l'ora come "Appaltatore indipendente", descrivendo i tuoi progetti e clienti. Se in quel periodo avevi un nome di società, elenca il nome della società e identificati come proprietario. Ho avuto alcuni anni in cui ho avuto la mia compagnia personale e alcuni di quegli anni sono stati occupati e altri no. Contano tutti lo stesso per me.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...