Domanda:
Come "giocare" la pressione che viene dall'essere l'unico esperto
user32664
2015-05-26 22:00:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono entrato di recente in una nuova azienda. Sono l'unico esperto di una particolare tecnologia. Vendono prodotti basati su questa tecnologia, ma ne hanno una comprensione limitata. Ho un grande potenziale sul lato "social" e "vendite", e ho già aiutato i miei colleghi a gestire le richieste dei clienti che chiedevano informazioni su questa tecnologia, e sto anche aiutando le vendite & marketing a promuovere i nostri prodotti basati su questa tecnologia. Fin qui tutto bene.

Tuttavia, ho anche altre cose da fare, tra cui 1) lavoro pratico sull'infrastruttura per questa nuova tecnologia, 2) collaborazioni con team specifici su progetti che utilizzano questa tecnologia e 3) auto-formazione che copre questa tecnologia (per rimanere aggiornati), i problemi alla base del progetto di ogni squadra e anche la gestione delle vendite di &.

La mia domanda è: come posso evitare di perderlo " superstar ", mantenendo allo stesso tempo abbastanza ossigeno per svolgere il mio lavoro pratico e tutte le letture / apprendimento di cui ho bisogno?

Una soluzione è assumere qualcuno che mi aiuti, ma Temo che l'azienda ci metta in competizione e alla fine licenzi uno di noi. Un'altra cosa da considerare è che, nonostante sia sotto i riflettori, non vengo pagato più di altre persone con la stessa anzianità, tutti hanno bisogno di me tranne il mio stipendio non è speciale. Non voglio perdere i miei riflettori, ma ho anche bisogno di fare le cose ...

Nota: questa non è una copia di una domanda precedente sull'essere il protagonista. Non si tratta di DOVREI? ma su COME POSSO?

Domanda correlata di ieri? [Come gestire una star di un piccolo team che ritiene che nessun altro sia abbastanza bravo] (http://workplace.stackexchange.com/questions/47124/how-to-handle-a-star-performer-on-a -piccola-squadra-che-non-sente-nessun-altro-è-buono-eno)
Ciao LS, non si tratta davvero di qualità ma di unicità. Ci sono molti migliori esperti là fuori, ma ora sono l'unico in circolazione.
@gnat: Immagino che perdere lo status di superstar non significhi perderlo per qualcun altro o perderlo perché gli altri ottengono il trucco. Per me suonava come "perderlo, perché fare il proprio lavoro invece di essere la star del" superuomo per tutti "".
Cinque risposte:
Wesley Long
2015-05-26 22:22:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vedo due problemi qui: 1 organizzativo, 1 personale (tu).

Primo, organizzativo: se trascorri il tuo tempo a sostenere gli sforzi di altri reparti, devi tempo a quei reparti. Devi parlare con il tuo regista o forse V.P. per capire come funziona questo processo nella tua azienda. Per lo meno, devi documentare e riferire loro quanto tempo spendi per supportare quegli altri dipartimenti.

Secondo, personalmente: non dovresti mai mantenere lo stato di "Detentore della conoscenza". Questo ti rende una minaccia per la salute dell'azienda. Dovresti essere la "Fonte della conoscenza". Spingi la conoscenza in modo aggressivo quanto la tua azienda può gestirla. Se sei visto come una risorsa, piuttosto che come un collo di bottiglia, la tua posizione sarà più solida possibile.

Sembra che tu abbia bisogno di assumere aiuto. Inizia a documentare tutto ciò che stai facendo per tutti in modo che tu possa difenderlo.

Infine, se ritieni che la tua azienda ti "metta in gioco" l'una contro l'altra, allora la tua azienda non è quella hai una prospettiva realistica a lungo termine e dovresti cogliere altre opportunità.

Solo la mia opinione: il tuo chilometraggio può variare.

Ottima risposta, a proposito dell'ultimo paragrafo, puoi dividere le responsabilità tra l'aiutante e te stesso in modo tale che il tuo lavoro non si sovrapponga a quella partita e non ci sia competizione in corso.ad esempio, uno aiuta il marketing delle vendite tra team e il prodotto di un altro team, ecc. e l'altro svolge il lavoro pratico, la gestione e occasionalmente aiuta l'altro quando il carico è eccessivo.
Joe Strazzere
2015-05-26 22:23:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

come posso evitare di perdere questo status di "superstar", mantenendo allo stesso tempo abbastanza ossigeno per svolgere il mio lavoro pratico e tutte le letture / apprendimento di cui ho bisogno?

Lavora a stretto contatto con il tuo capo.

Assicurati che lui / lei voglia che tu ricopra il ruolo di "superstar" che stai immaginando.

Stabilisci come vuoi allocare il tuo tempo insieme , in che modo le tue attività devono essere segnalate a lei / lui (prima o dopo il fatto) e come rivaluterai andando avanti.

Quindi, segui il piano. Segnala il tuo tempo settimanalmente / periodicamente e rivedi le tue assegnazioni in futuro secondo necessità.

Non aspettarti che il ruolo di "unica superstar" duri per sempre, non lo farà mai. Prima o poi tutte le aziende si rendono conto che i ruoli critici necessitano di backup e devono essere distribuiti.

Ironia della sorte, ho cercato di ottenere un po 'di ridondanza per me stesso per un bel po' di tempo poiché ho intenzione di rendermi scarso presto. Vorrei che quella chiamata fosse ascoltata ...
@StackTA42 se il tuo capo dovrebbe davvero essere il filtro, allora devi deviare (educatamente) queste richieste dirette per il tuo tempo e fare in modo che il tuo capo intervenga per dire alle persone che non possono fare quelle richieste dirette. Disponi di un sistema di ticketing in cui è possibile registrare, assegnare e dare priorità alle richieste?
Per il mio ruolo non esisteva un sistema di biglietteria. Ne ho messo uno quando ho iniziato e ha funzionato bene. Ma ora i progetti continuano ad accumularsi e c'è molto da fare. Le persone ora hanno un esperto di questa tecnologia e continuano a proporre nuovi progetti.
Dunk
2015-05-27 02:56:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono d'accordo con Wesley sul non mantenere lo stato di "Detentore della conoscenza". Anche se potrebbe sembrare una benedizione mentre sei sotto i riflettori, il problema diventa che finisci per essere troppo importante per trasferirti altrove perché non c'è nessun altro che potrebbe assumere il tuo ruolo attuale. Quindi rimani bloccato in un punto in cui non stai imparando nulla di nuovo e non riceve più l'attenzione dai superiori. Poi quella benedizione diventa una maledizione.

Per come la vedo io, più velocemente riesco a portare a termine un progetto e lo lascio in una buona forma perché qualcun altro possa subentrare, prima riesco a fare qualcosa nuovo, che di solito significa espandere le mie capacità.

Inoltre, ci sono due variazioni sul tema "esperto locale". Puoi essere l'esperto perché sei l'unico con esperienza in una determinata area. Il che significa che hai conoscenza ma non necessariamente esperienza. Questa è una linea sottile da percorrere, perché se l'azienda assume qualcun altro con esperienza con l'abilità, puoi facilmente essere esposto per non essere così intelligente, dopotutto.

L'altra variazione è che hai più o meno la stessa tecnica conoscenza come la maggior parte degli altri, ma sai come maneggiarla in modi molto migliori di altri. È lì che vuoi essere. Il detentore della conoscenza probabilmente non lo raggiungerà mai perché di solito richiede l'utilizzo di una vasta gamma di abilità per ottenerlo. Se sei incastrato nella tua unica area di competenza, perdi opportunità per ampliare il tuo set di abilità e apprendere modi ancora migliori per utilizzare le tue conoscenze.

Quindi, non aver paura di condividere la conoscenza . Puoi portare la tua "conoscenza" là fuori senza perdere il tuo status. Lo studente raramente diventa bravo come un vero maestro. Ennesima brutta analogia ... So inchiodare, martellare e segare ma non potrei mai competere con un falegname. Se insegni ad altri a inchiodare, martellare e segare, puoi trasmettere loro i tuoi vecchi progetti e passare a progetti più grandi e migliori con nuove competenze da imparare.

Patricia Shanahan
2015-05-27 03:00:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che dovresti fare due cose:

  1. Dì al tuo manager che dovrebbero esserci almeno due persone che hanno familiarità con la tecnologia in questione, entrambe per gestire il carico di lavoro e perché l'azienda non dovrebbe essere dipendente su una persona per capacità acritiche.
  2. Pensa alle competenze future di cui la tua azienda avrà bisogno e pianifica di acquisirne alcune al di fuori dell'orario di lavoro.

A seconda qualsiasi tecnologia per lo status di "superstar" è una strategia a brevissimo termine. Se si ritiene che ti porti vantaggi come un aumento della retribuzione, altre persone lo impareranno. In ogni caso, pochissime tecnologie rimangono non banali ma importanti per più di qualche anno.

Puoi costruire una carriera a lungo termine essendo visto come una persona flessibile e generalmente informata. È molto bello sapere per caso quello che l'azienda ha bisogno che tu sappia dopo, invece di sapere solo quello che avevano bisogno che tu sapessi l'anno scorso.

paparazzo
2015-05-26 22:35:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Devi assolutamente dare la priorità ai compiti che ti vengono assegnati. Aiutare con attività che non ti sono formalmente assegnate è fantastico a meno che tu non stia completando le attività che ti sono state assegnate.

Le persone utilizzeranno eccessivamente le risorse per le quali non vengono addebitate. Dovresti ottenere l'ok dal tuo capo per dedicare X ore al lavoro esterno. Devi rifiutare il lavoro esterno se ciò ti fa perdere una scadenza o addirittura mettere a rischio una scadenza.

Se sei impegnato, di 'loro che hai una scadenza con un altro compito e puoi aspettare. Vuoi essere il protagonista, ma non vuoi nemmeno essere la prima persona da cui vanno.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...