Domanda:
Come posso determinare se posso ricompensare i punti per un acquisto effettuato con i fondi dell'azienda?
Steven Wood
2014-08-07 14:11:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Di recente sono dovuto andare in un negozio locale (Homebase) per acquistare una grande quantità di merci per l'azienda di cui avevano bisogno lo stesso giorno. Homebase utilizza il sistema di ricompensa dei punti Nectar che utilizzo regolarmente.

L'azienda non ha una carta Nectar ma io sì, e poiché altrimenti i punti andrebbero sprecati, ho considerato di utilizzare la mia carta Nectar per guadagnare punti da un acquisto aziendale.

Come posso determinare se posso farlo? Non avrei preso soldi dall'azienda, anche se avrei beneficiato del loro acquisto, e i punti sarebbero andati sprecati se non li avessi utilizzati. Come posso scoprire la posizione generale del settore sui vantaggi in questo modo?

Questo è relativamente comune, in realtà. In particolare nel contesto delle spese di viaggio. Quando lavoravo con un'azienda che si aspettava che i dipendenti organizzassero il proprio viaggio e poi fornissero il rimborso, praticamente tutti usavano le carte premio per prenotare il loro viaggio e accumulavano tonnellate di punti. È essenzialmente lo stesso caso d'uso di quello che descrivi.
A seconda del paese potresti dover pagare l'imposta sul reddito per questi.
Penso che sia del tutto ragionevole considerando che stai temporaneamente estendendo il credito al tuo datore di lavoro effettuando acquisti aziendali con fondi personali
@DougT. Anch'io penso sia ragionevole suggerirlo al tuo datore di lavoro. La domanda è se sia etico accettare la tangente senza il previo consenso del proprio datore di lavoro.
@DougT. Non riesco a vedere se l'OP suggerisse che avesse concesso alcun credito al suo datore di lavoro. Potrebbe aver ricevuto i soldi in anticipo per acquistare la roba (meno probabile) o utilizzare una carta di credito aziendale (molto probabile). Inoltre, direi che questo non ha nulla a che fare con la domanda reale.
Cinque risposte:
#1
+40
Terence Eden
2014-08-07 15:24:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo è perfettamente normale e totalmente accettabile in ogni azienda in cui ho lavorato. Dalle piccole start-up alle grandi multinazionali. Ottenere punti premio personali per gli acquisti aziendali va bene.

HMRC (the UK Tax Man) ha una sezione del proprio sito web ad esso dedicata.

In generale, le miglia aeree, i gettoni benzina, i punti di carte di credito ecc. Acquisiti da un dipendente non sono tassabili se sono stati acquisiti nello stesso modo in cui si applicano a qualsiasi altro membro del pubblico, ad esempio acquistando beni o servizi sui quali tali vantaggi vengono offerti,

Sono stato abbastanza fortunato da aver accumulato abbastanza miglia aeree dai viaggi aziendali per finanziare parzialmente il mio viaggio personale. Ho anche comprato ~ £ 300 di catering da Sainsbury's e ho intascato i punti Nectar. Quasi abbastanza per comprare il mio pranzo il giorno successivo :-)

Ora, c'è una dimensione etica in questo. Probabilmente hai il dovere nei confronti del tuo datore di lavoro di acquistare i prodotti con il miglior valore possibile.

Se il bene che hai acquistato da Homebase fosse due volte più costoso di B&Q - o il volo era più costoso con BA rispetto a Virgin - tu " non ti stai comportando eticamente. Se l'unico motivo per cui hai acquistato la versione più costosa fosse per poter trarre profitto personalmente, questo è un comportamento non etico.

Sarai disciplinato per questo? Probabilmente no, ma dipende dalla tua azienda. Conserva la ricevuta, mostra che hai acquistato la merce con il miglior rapporto qualità-prezzo e dovresti stare bene.

Goditi i tuoi punti Nettare :-)

Presumibilmente la ricevuta dovrebbe essere consegnata alla società per la tenuta della contabilità? Tenere una fotocopia può essere una buona idea, però.
+1 - Completamente normale nel Regno Unito e non sarà affatto un problema. In effetti, sospetto che la maggior parte delle persone troverebbe strano che tu non abbia "approfittato".
Sto portando sulle spalle la risposta accettata per condividere un'osservazione MOLTO importante che è stata trascurata: prima di farlo con gli acquisti della tua azienda, DEVI consultare un avvocato e preferibilmente anche il tuo capo. Come sottolinea correttamente @dirkk in un'altra risposta, in alcuni paesi questo può essere visto come un furto, che può essere motivo di risoluzione immediata, o almeno un grave avvertimento.
Questo è probabilmente vero se lavori per un'azienda privata. Ma se lavori per il governo potrebbero esserci divieti specifici a questo tipo di comportamento. So che quando ero nell'esercito dovevo trasformare tutte le miglia Frequent flyer che erano state pagate o rimborsate dal governo. Lo stesso valeva per tutti i punti premio sulle carte di credito utilizzate per gli acquisti rimborsati.
Questa domanda fa parte di [Broken Windows For Review] (http://meta.workplace.stackexchange.com/questions/2960/broken-windows-for-review-week-4) su meta di questa settimana.
#2
+12
dirkk
2014-08-07 18:04:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che la prospettiva etica, che è ciò che stai chiedendo, sia praticamente coperta dalle risposte degli altri; Sono d'accordo sul fatto che non sia un grosso problema.

Tuttavia, la tua domanda implica anche una conseguenza giuridica. E qui le cose si fanno più complesse, poiché questo varia da paese a paese.

Ho notato in un'altra risposta su Workplace.SE prima che molti altri paesi sembrano essere piuttosto rilassati facendo qualcosa del genere. Ma poiché anche altre persone sono alla ricerca di consigli qui, suggerisco vivamente di non utilizzare programmi bonus per uso personale se risiedi in Germania . Non posso parlare per altri paesi, ma potrebbe valere anche per altri paesi.

Il diritto del lavoro tedesco è molto severo in materia di furti, anche per piccole somme. In Germania, l'utilizzo di un programma bonus per le spese aziendali sulla tua carta personale può almeno farti ricevere un avvertimento scritto (dopo 3 avvertimenti scritti sei licenziato). Puoi anche essere licenziato immediatamente, ma questo dipende dalle circostanze. A sostegno di ciò, ecco un caso in cui si è verificato un incidente del genere Come è stato sottolineato nei commenti, il caso seguente è leggermente diverso poiché il dipendente era impiegato presso la stazione di servizio, quindi ha utilizzato il cliente punti bonus per il proprio utilizzo (vedere l'ultimo paragrafo per un altro esempio). Qui di seguito l'articolo (in tedesco): http://www.ra-herren.de/?p=1338

Il dipendente ha utilizzato la carta di rimborso (fondamentalmente una carta premio, si raccolgono punti e si ricevono piccoli regali e così via) durante il riempimento del serbatoio del gas. Quindi in fondo il valore dei punti bonus per un pieno di benzina è sicuramente ben al di sotto di un euro. Anche allora, il datore di lavoro lo ha licenziato immediatamente. Tuttavia, la sentenza del tribunale in questo caso ha deciso che non c'era motivo di licenziare il dipendente, ma avrebbe dovuto essere emesso un avvertimento scritto (anche questo piuttosto grave, come detto prima). La ragione in questo caso per cui non è stato licenziato immediatamente è che il datore di lavoro non gli ha detto espressamente come gestire tali carte bonus - Tuttavia, la sentenza del tribunale afferma che si è trattato di un "incidente grave".

Ovviamente, il 99% dei datori di lavoro non si preoccuperà di questo - Ma se il tuo datore di lavoro vuole sbarazzarsi di te, potrebbe sempre usarlo contro di te (anche se è successo bene in passato, quindi anche se sei in buoni rapporti con il tuo datore di lavoro ora, questo non è garantito) per durare per sempre.

Come è stato sottolineato nel commento, il mio esempio sopra non è molto comparabile. Un altro esempio in Germania è il Bonusmeilenaffäre, dove i politici hanno utilizzato le miglia bonus (raccolte durante i loro viaggi di lavoro ufficiali) per i voli privati. Questo è stato disapprovato e parecchi politici di alto profilo hanno dovuto dimettersi. Nota che questo è un po 'diverso, perché i politici non hanno un datore di lavoro. Un altro esempio potrebbe essere il caso in cui un'infermiera è stata licenziata per aver "rubato" 6 Maultaschen (un piatto regionale, pasta ripiena , 6 pezzi sono all'incirca un pasto), che altrimenti sarebbero stati gettati via.

ENORME disclaimer per il post sopra: le questioni legali sono diverse per ogni paese e spesso dipendono da quale parte del paese in cui lavori e / o vivi, in quale settore stai lavorando, che tipo di beni hai acquistato, il valore di le merci e il bonus, e anche qual è la descrizione del tuo lavoro. Come sempre, consulta un avvocato PRIMA di decidere di utilizzare gli acquisti aziendali per ottenere bonus personali.
@NateKerkhofs Bene, questo è in realtà il mio punto. In realtà ho paura che le persone stiano facendo ricerche su questo argomento, trovino questo post tramite Google e leggano le risposte più votate e accettate, che praticamente ignorano qualsiasi problema di sorta. Tuttavia, almeno per la Germania (non importa dove, non importa in quale posizione ti trovi), la situazione di cui parla l'OP sarà sempre un grosso problema. Non farlo in Germania.
Anche se la società va bene, mi aspetto che sia un reddito imponibile (uno che supera un certo importo al mese) poiché la Germania tassa la maggior parte dei tipi di benefici per i dipendenti.
Quando ho pubblicato qualcosa di simile altrove (se fai X considera che la tua azienda potrebbe usarlo come scusa se vuole sbarazzarsi di te), mi è stato detto che non fa alcuna differenza perché se vogliono sbarazzarsi di ti hanno inventato qualcosa ...
@gnasher729 Sì, mi è stato detto lo stesso prima. Tuttavia, penso che questa sia una visione fuorviante da un punto di vista molto statunitense (scusate tutti i miei cari amici americani!). Potrebbe essere possibile in alcuni paesi "inventare qualcosa", ma almeno in Germania (e molte parti in Europa, ad esempio la Francia) non è così semplice. Non puoi semplicemente essere licenziato se fai il tuo lavoro correttamente.
Ehm, l'articolo collegato riguarda un dipendente di una stazione di servizio che, se il cliente non aveva una tessera vantaggi, utilizzava la tessera vantaggi di un amico. Non è la stessa cosa di un cliente che utilizza la sua carta premio personale quando acquista cose per la sua azienda. In particolare, il primo provoca un danno finanziario al proprio datore di lavoro, il secondo no.
@meriton Hai ragione, non l'ho letto correttamente (ma non è nemmeno così chiaro dall'articolo collegato, ma molto dal verdetto stesso). Mi dispiace per quello. Tuttavia, penso che il punto sia ancora valido; un altro esempio in Germania sarebbero i programmi di miglia bonus delle compagnie aeree, che non possono essere utilizzati dai dipendenti.
Credo (ma non lo so davvero) che se il governo federale degli Stati Uniti ha rimborsato la società per questo acquisto, non dovresti richiedere i punti premio, perché il governo federale è sensibile alle tangenti. Se hai scelto questo negozio piuttosto che un altro a causa dei punti premio, in realtà sono tangenti.
Dirkk, puoi modificare la tua risposta per affrontare la correzione @meriton's? È molto fuorviante così com'è.
Nell'accademia svedese (che è sotto lo stato) cose come le miglia aeree sarebbero considerate un vantaggio con implicazioni fiscali se utilizzate privatamente. La mia particolare università per politica limita l'utilizzo delle miglia aeree da utilizzare per aggiornamenti / acquisti in associazione a viaggi di lavoro, aggirando ordinatamente il problema.
#3
+5
Jenny D
2014-08-07 14:39:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se dovessi scegliere in quale negozio andare e andassi in uno che potrebbe essere più costoso perché otterresti punti premio personali, sarebbe sicuramente immorale. Ma se ti viene ordinato di andare in un negozio in particolare, o quello è il più economico o comunque più adatto dal punto di vista dell'azienda , non è chiaramente immorale sebbene la tua azienda possa comunque disapprovarlo.

Ci sono due diversi aspetti:

  1. Primo, tangenti. Tutti i sistemi di punti premio sono in effetti tangenti: sono un'offerta di ricompensa quando acquisti più cose dal venditore. Naturalmente, di solito si tratta di tangenti piuttosto piccole.

    La maggior parte delle aziende più grandi avrà alcune regole su come scegliere un venditore e regole su quale tipo / dimensione dei regali sono considerati tangenti. (Come consulente, conosco alcune aziende che non accettano nemmeno un regalo di caramelle a Natale o Halloween ... e altre che ne accettano un po 'di più!) Più grande è la decisione che puoi prendere e più grande è il regalo , più attento devi essere.

  2. Compensazione e correttezza. Se sei sempre quello che viene inviato al negozio e ricevi un numero di punti premio ogni volta che vai lì, allora ti viene effettivamente data l'opportunità di ottenere un compenso monetario che i tuoi colleghi non ottengono. Possono o non possono considerare questo ingiusto. Se si tratta di una quantità enorme di denaro (improbabile!), Potrebbe anche essere tassabile.

Finché è una piccola quantità e non è un problema regolare, non credo qualsiasi azienda si opporrà ragionevolmente. Tuttavia, ti consiglio di consultare il tuo capo. Se pensano che sia giusto che tu usi la tua carta premi, sei chiaro. In caso contrario, no.

Questa è una buona risposta Secondo me ed esperienza questo è qualcosa con cui i datori di lavoro non si occupano direttamente. Dovrebbero. In effetti dovrebbero avere una politica scritta su questo problema molto comune.
#4
+3
Joe Strazzere
2014-08-07 20:06:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'azienda non ha una carta Nectar ma io sì, e poiché altrimenti i punti andrebbero sprecati, ho pensato di utilizzare la mia carta Nectar per guadagnare punti da un acquisto aziendale.

essere considerato etico?

Nella mia parte del mondo, questo è molto tipico e completamente etico.

Se si utilizza una carta dell'azienda, l'azienda ottiene il ricompense (se presenti). Ma se sei obbligato (o incoraggiato a) utilizzare la tua carta, allora hai diritto a eventuali premi successivi.

Alcune persone (spesso addetti alle vendite) si ritrovano con punti premio significativi come risultato dell'utilizzo le loro carte personali per viaggio, alloggio e spese. A me questo sembra abbastanza giusto in quanto l'azienda sta ottenendo il vantaggio di non dover amministrare le carte aziendali.

La maggior parte delle aziende ha scritto linee guida per queste situazioni. Verifica se lo fa anche la tua azienda. In caso contrario, chiedi alle risorse umane o alla contabilità le loro politiche di rimborso.

#5
-1
O. Jones
2014-08-07 17:00:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il posto in cui lavoro ha carte premio aziendali presso Staples (forniture per ufficio) e Sams Club (merchandising generico). Ci siamo iscritti per quelle carte perché ci siamo resi conto che stavamo spendendo un sacco di soldi in quei posti, e la nostra politica è di usarle quando diciamo a qualcuno, "hey abbiamo finito il tp (bog roll), vai a prenderne un po '!"

Ma per acquisti occasionali una tantum, questi punti fedeltà non sono un grosso problema. Scommetto che il prezzo di 100 ml di benzina (benzina) non ti hanno pagato la spesa per guidare la tua auto al negozio. Quindi, mantieni i punti. Se ti accorgi di accumularne molti per acquisti aziendali, suggerisci loro di ottenere una carta premi aziendale.

La tua opinione sul fatto che il tuo datore di lavoro ti paghi abbastanza non influisce sulla questione se sia etico accettare tangenti personali per aver scelto un particolare fornitore per il tuo datore di lavoro, vero?
@Lembik - Questa è davvero una tangente personale nella situazione dell'OP? Non è che hanno pagato per i balli personali al club degli uomini per convincerlo a comprare le loro cose.
@JeffO Certo che lo è. L'azienda ti dà dei soldi se spendi lì. In questo caso spenderesti i soldi di qualcun altro, quindi è una tangente diretta. Non è una grande tangente, ma ciò non impedisce che sia una tangente.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...