Domanda:
Una mensa del personale dovrebbe consentire di utilizzare le proprie posate senza acquistare cibo?
Dilitante
2019-09-26 14:48:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Lavoro per una grande banca britannica.

Da lunedì, il personale non può più utilizzare le posate nella nostra mensa a meno che non stia acquistando cibo. La causa citata era la perdita: circa 20.000 pezzi all'anno.

La mensa in questione è gestita da un venditore esterno e a loro piace definirla un ristorante.

I poteri forti sono sostenendo che se stessi facendo un picnic non entrereste in un ristorante vicino e chiedereste di usare le loro posate, quindi perché vi aspettereste di poterlo fare al lavoro?

Quindi la mia domanda è: è normale? Avevo sempre presunto una differenza implicita nel rapporto tra personale e mensa e clienti e ristorante. Sono fuori luogo qui o no? E ci sono argomenti validi e chiari che posso fare contro la loro posizione?

I commenti non sono per discussioni estese;questa conversazione è stata [spostata in chat] (https://chat.stackexchange.com/rooms/99171/discussion-on-question-by-dilitante-canteen-cutlery-issue).
[sito di coltello e forchetta di plastica: amazon.com] (https://www.amazon.com/plastic-knife-fork/s?k=plastic+knife+and+fork) C'è un set da 250 pezzi per $ 12 USD.Potrebbe durare 6 mesi se si è attenti alla pulizia dopo l'uso.
Otto risposte:
#1
+65
Sourav Ghosh
2019-09-26 15:05:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo è davvero molto molto specifico e diverso per ogni singolo caso.

  • Ho lavorato in uffici dove la mensa non solo offriva gratuitamente usa le posate ma anche i contorni liberi (insalate, sottaceti, sale da tavola, sugo, salse ecc.).

  • Ho anche lavorato in luoghi dove nella food court , anche occupare un tavolo senza ordinare cibo non era consentito.

Dipende davvero dall'accordo tra l'ufficio e il venditore. Nel primo scenario c'era una clausola nell'accordo secondo cui solo il personale dell'ufficio poteva utilizzare la struttura della mensa (sebbene fosse situata in un luogo comune dell'edificio dove era consentito l'accesso del pubblico) e il cibo era sovvenzionato dall'azienda . Quindi era un mensa d'ufficio.

D'altra parte, il secondo caso, era un luogo pubblico e non veniva fornito alcun sussidio. Era più un punto vendita di un ristorante indipendente.

Entrambe le parti (ufficio e venditore di cibo) cercano il loro profitto e convenienza, se il locale che hai menzionato è davvero un ristorante / cibo autonomo comune (appena situato nella sede del tuo ufficio) - quindi di solito (possono) avere le proprie regole. Altrimenti, se è qualcosa di simile a quello che ho menzionato nella prima alternativa, una mensa in ufficio, dovresti avere la struttura che ti aspetti.

Per essere sicuro di ciò a cui hai diritto, verifica con l'amministratore / Il team di Facility Management nel tuo ufficio, dovrebbe essere in grado di dirti cosa sta realmente accadendo e avviare le azioni necessarie.

#2
+32
Borgh
2019-09-26 15:05:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La mia ipotesi su cosa sia successo esattamente: la società della mensa si è lamentata di non essere pagata per lavare i piatti e il manager con cui si sono lamentati non aveva abbastanza spina dorsale per dire loro che quello è il loro problema. O quello, oppure la tua banca ha firmato un contratto che non lo includeva e si limitava a indicare questa clausola.

È normale?

Politica dell'ufficio e subappalto le strutture in grandi società portano a decreti stupidi e illogici? Scommetti che il tuo fondo è normale.

È un uso efficiente del tempo ed è una buona situazione? No, non lo è.

Ci sono argomenti validi e chiari che posso fare contro la loro posizione?

Il fatto che lo chiamino ristorante non rendilo un ristorante. Nella maggior parte di questi casi il subappaltatore viene assunto per facilitare i vostri pasti, quindi dovrebbero.

Il fatto che il subappaltatore non possa trarre profitto lavando i vostri piatti non dovrebbe essere un problema vostro o della vostra azienda.

Il tuo tempo come impiegato di banca è probabilmente più prezioso (in sterline) del tempo del piatto che deve lavare le tue posate usate.

Le persone che portano le proprie posate porteranno allo sporco cose che ingombrano il punto in cui un impianto di pulizia centrale si assicura che la procedura per le posate sporche sia chiara.

Modifica: sono stato chiamato arrogante nei commenti alcune volte e lo farei Mi piace chiarire una cosa: penso che tutto dipenda dalla prospettiva che adotti.

La mia visione è che per molte persone il piacere del proprio lavoro non dipende dai soldi in banca alla fine del mese : si tratta di sentirsi apprezzati. Piccole cose come il problema dell'OP potrebbero non essere esattamente pericolose per la vita, ma sono indicative di un datore di lavoro che non valuta il tempo e gli sforzi che dedichi al tuo lavoro. Quindi non devi accettarlo se la società decide di dare quel senso di valore più di quanto dovresti accettare un taglio di stipendio. Se puoi articolarlo in modo chiaro e calmo e avere un capo senza capelli a punta, allora dovresti. Se il tuo capo è d'accordo e se può fare qualcosa al riguardo, è il verso 2.

I commenti non sono per discussioni estese;questa conversazione è stata [spostata in chat] (https://chat.stackexchange.com/rooms/99189/discussion-on-answer-by-borgh-should-a-staff-canteen-allow-using-their-cutlery-w).
#3
+27
user3819867
2019-09-27 13:41:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quindi la mia domanda è: è normale?

Perfettamente normale, è una decisione aziendale per ridurre le perdite o aumentare le vendite.

Avevo sempre presunto una differenza implicita nel rapporto tra il personale e una mensa e tra i clienti e un ristorante. Sono fuori luogo qui o no?

Finché è un'azienda indipendente con una gestione diversa, tende a prendersi cura delle proprie tasche, non della tua azienda. Il resto viene risolto con una concessione o un contratto di locazione.

E ci sono argomenti validi e chiari che posso fare contro la loro posizione?

  1. Loro potrebbe violare il loro contratto attuale. Sfortunatamente non c'è modo che tu possa saperlo.
  2. Se la tua azienda non li tratta come partner, potrebbe non ottenere il rinnovo del contratto.
    Finché gli interessa per i propri profitti o per avere un lavoro questa è una forte motivazione.
  3. Se la tua azienda li considera ostili, può avviare la propria mensa che li farà chiudere in poco tempo.
    Ancora una volta, non c'è modo per te di saperlo.

Quindi, se vuoi perseguire questo obiettivo, devi ottenere supporto. Il sindacato o - in questo caso specifico - le risorse umane dell'azienda possono essere tuoi amici. Nota, se sei profondamente coinvolto in questo sarai in contrasto. Poniti la domanda: è questa la tua collina su cui morire?

+1 per l'ultima frase.
#4
+22
mhoran_psprep
2019-09-26 15:48:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì, è normale.

Risale sempre al contratto.

Il venditore ha il diritto di proteggere i propri soldi. Se le posate vengono lavate, hanno il diritto di limitare i non clienti dall'aggiunta ai loro articoli da lavare. Se le posate vengono buttate fuori dopo un singolo utilizzo, hanno il diritto di limitare i non clienti dal prendere le loro scorte. A meno che il contatto non dica diversamente.

Hai una scelta: porta le posate monouso da casa, oppure porta le posate lavabili e puliscile ogni giorno. Ho lavorato in molti posti ed entrambi sono stati svolti da dipendenti. La maggior parte dei dipendenti non l'ha vista come un disagio. Se porti la zuppa da casa, porta solo un cucchiaio da casa, o meglio ancora acquista una scatola e le posate e tienili nella tua scrivania al lavoro.

È possibile che il tuo datore di lavoro abbia pagato per l'uso di posate da parte di non clienti e non desideri più sovvenzionarlo.

Sì, qualunque cosa sia nel contratto
L'altra opzione è andare dalle persone che hanno negoziato il contratto e verificare che la comprensione del venditore sia corretta.Se lo è, chiedi che venga modificato.Una grande banca ha modi migliori per fare soldi rispetto alla mensa.
#5
+20
Chris H
2019-09-27 00:38:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un problema che potrebbero cercare di risolvere è la perdita .

Se le persone abitualmente rimuovono le posate dalla mensa, è probabile che alcune trovino la strada di casa nei cestini del pranzo, vengano buttate fuori durante le pulizie, cadano sul retro delle scrivanie delle persone o sul divano della sala relax o vengano nascoste in un cassetto "per la prossima volta".

Non mi sorprenderebbe se la restrizione fosse almeno in parte dovuta alla necessità della mensa di ordinare un altro lotto di posate.

Dove lavoro abbiamo avuto esattamente questo problema , con i piatti e le posate che spariscono dalla mensa. Abbiamo anche un cucinino in comune nel nostro reparto, e il prezzo delle posate scompare da lì è ridicolo. Il risultato lo tengo mio al lavoro (in questo modo ho anche un coltello che effettivamente passerà attraverso un blocco di formaggio). Ma un angolo cottura significa ovviamente lavare le stoviglie; se non ne hai, portarne uno tuo è una seccatura minore.

Potresti portare un set economico ma distintivo, in una scatola di tupperware o in un contenitore da asporto lavato, e portarli a casa per lavarli: Questo è facile se porti il ​​cibo da casa in contenitori: usa gli stessi contenitori.

Si possono trovare la maggior parte delle posate e dei piatti mancanti in una mensa scolastica nei dormitori ... Quando ero uno studente di dottorato di ricerca stavamo (e quelli attuali sono) occasionalmente portando i dessert al laboratorio con noi sui piatti.Quando il laboratorio si stava trasferendo nel nuovo edificio, dovevamo restituire le lastre che i nostri insegnanti avevano preso durante lo studio ... Erano molte lastre.
@Crowley Lo so - sono nel mondo accademico.Ho trovato le stoviglie della mensa in laboratorio, accanto ai prodotti chimici
Lavoro nella ristorazione da vent'anni e la quantità di posate perse ancora mi stupisce.Ho anche fatto abbastanza ordini per dire che il costo non è banale.Buona risposta.
Questo accade che siano i dipendenti che mangiano cibo acquistato o meno.Dalla mia esperienza negli Stati Uniti, molte più persone acquisteranno cibo che no, quindi dovrebbe essere molto meno una perdita.Questo dovrebbe anche essere considerato come parte del costo del fare affari e essere contabilizzato nelle spese annuali.Dovrebbe anche essere un costo relativamente minore.Un'azienda che ha abbastanza persone per assumere e mantenere una mensa ha molti più dipendenti che acquistano cibo che no.Questa sembra una scusa piuttosto che una ragione rilevante, per non dire che un manager senza spina dorsale / CxO non lo accetterà.
@computercarguy forse, ma mi sembra che le persone siano più propense a riportarlo alla scrivania o in un'area pausa se non lo usano per il cibo caldo della mensa.E se si tratta solo di posate, è meno ovvio dopo pranzo di un piatto o persino di una scatola da asporto (molte mense del Regno Unito le forniranno e offrono posate di plastica per accompagnarle)
Sì, la perdita è stata la ragione citata.Ma il numero che hanno dato è abbastanza banale, circa 20.000 pezzi all'anno
20 * mille * posate all'anno ?!La tua domanda implica il riutilizzo: un rapido controllo dell'acciaio inossidabile suggerisce di andare avanti per £ 10k / anno in quel caso.Tu lavori nella finanza, ma lavorano nella ristorazione dove i margini sono molto più stretti.Anche i prodotti usa e getta varrebbero diverse centinaia di sterline.
Qui le persone spesso riportano i loro dolci dalla mensa e li mangiano più tardi alle loro scrivanie.Poi mettono le stoviglie / posate nella lavastoviglie dell'angolo cottura e se ne dimenticano.Ciò accade anche quando la mensa eroga il catering;vassoi e stoviglie si accumulano.Così di tanto in tanto dichiarano l'amnistia e la gente si riprende tutto, o quando il ristoratore torna di nuovo ha la roba dell'ultima volta nelle sue mani.
Ma se chiedi al personale della mensa è incredibile cosa viene rubato.Hanno grandi macchine da caffè self-service con fagioli in tramogge in cima."Perché i fagioli hanno i lucchetti?""Perché la gente li apre e tira fuori i fagioli. Davvero."
@RedSonja Le nostre fotocopiatrici universitarie situate in aree pubbliche avevano i lucchetti sui vassoi della carta, perché altrimenti le persone avrebbero prelevato da lì quantità non banali di carta.
@Dilitante, 20k pezzi all'anno è una quantità folle di perdita di posate, ma significa che anche questa è una struttura estremamente grande, quindi dovrebbe _Ancora_ essere entro i margini e contabilizzata.Cordiali saluti, è giusto a 55 pezzi persi _un giorno_.
#6
+6
David Schwartz
2019-09-27 02:27:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Lo scopo principale del ristorante è fare soldi per il suo operatore o è rendere i pasti efficienti e piacevoli per i dipendenti della banca? Il tuo datore di lavoro deve fare una scelta e poi deve agire in base a tale scelta.

Uno dei motivi per cui cambierei immediatamente questa politica è che isola i dipendenti che hanno requisiti di salute o pasti speciali. Durante i pasti, i dipendenti socializzano e intrattengono conversazioni che altrimenti non avrebbero durante l'orario di lavoro. Far sentire meno accolto o meno sostenuto chi non vuole mangiare il cibo offerto dalla mensa distrugge parte del valore della mensa.

Mi sembra che tu stia guardando solo un lato di un compromesso.Il vantaggio per l'azienda deve essere bilanciato con il prezzo che è disposto a pagare all'operatore.Ovviamente l'operatore deve fare soldi.Questo è l'unico motivo per cui lo fanno funzionare.L'azienda deve decidere per cosa è disposta a pagare.
@Rad80 - e per una grande banca quel costo extra è probabilmente inferiore al costo nascosto di banchieri pagati individualmente che lavano le posate individualmente, o escono per pranzi in conto spese, o anche solo per rompere squadre che altrimenti mangerebbero insieme.
@RobinBennett Assolutamente, ma hanno il diritto di prendere decisioni sbagliate.
Lasciatemi dire che sostengo pienamente l'idea che la mensa sia inclusiva e utile a tutti e che fornisca le posate come parte di essa.Ma pensi davvero che passando da "Non abbiamo cibo per soddisfare le tue esigenze di salute, quindi dovrai portartene uno" a "Non abbiamo cibo per soddisfare le tue esigenze di salute, quindi dovraidevi portare il tuo e portare anche le posate "sarà una paglia che spezza la schiena del cammello?La mancanza di cibo in questo caso sembra più isolante di ordini di grandezza.
@DavidRicherby È la differenza tra fare specificamente qualcosa di esclusivo ed essere il più inclusivo possibile.Non si tratta di una paglia che spezza la schiena di cammello.Si tratta di una decisione binaria: accomodare o meno.Quando sento che i luoghi non mi danno nemmeno un piccolo accomodamento, non mi sento il benvenuto in quei luoghi.
#7
+3
DaveG
2019-09-27 00:45:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se questa è una "mensa" o una mensa specifica per la tua azienda, questo è davvero un comportamento strano. Presumibilmente solo essendo un dipendente, ti è permesso essere in mensa. Lo scopo della mensa esistente è quello di dare ai dipendenti un posto dove consumare il loro pranzo. Mettere restrizioni extra su come mangiano esattamente il loro pranzo è strano.

In realtà, trovo che portare il mio cibo da qualche parte altri comprino il loro cibo, raccogliendo le posate e unendosi a loro a pranzo come comportamento strano.
@Crowley perché?Non stai entrando in un ristorante, stai entrando nella mensa aziendale.Al lavoro, alcune persone comprano il pranzo dal distributore automatico, alcune persone lo imbustano, ma mangiano tutti insieme.
* La mensa in questione è gestita da un venditore esterno e a loro piace chiamarla un ristorante. * A me non sembra una sala da pranzo.
@Crowley, questa è una pratica abbastanza standard, IME.Negli Stati Uniti, la maggior parte delle mense di un'azienda è gestita da una società appaltatrice che si occupa delle strutture, dell'acquisto di cibo, ecc., Quindi la società che assume può concentrarsi su ciò che è il proprio settore, piuttosto che sulla produzione alimentare.Solo perché il personale è confuso sulla nomenclatura, non significa che non sia ancora una mensa.E sì, ho avuto chef veri e ben preparati in una mensa aziendale.
@computercarguy Penso che qui abbiamo raggiunto una barriera linguistica.Per me la mensa è una stanza dedicata a conservare, riscaldare e consumare un pasto, prendere un caffè ecc. Come una piccola cucina.L'unica manutenzione per conto dell'azienda qui è la pulizia del pavimento e lo svuotamento dei cassonetti.Il resto è per conto dei dipendenti.La mensa è una struttura in cui posso andare a comprare il pasto e mangiarlo così com'è.L'azienda si occupa di tutto, dalla preparazione del cibo alla pulizia dei piatti.
@Crowley, Lo vedo.Ho lavorato in abbastanza posti per vedere mensa, mensa e mensa essenzialmente usati per significare la stessa cosa.Per me, una caffetteria è come un ristorante a buffet con una cucina di breve durata;una mensa non è molto più che snack e cibi preconfezionati;e una sala da pranzo è un angolo cottura con tavoli.In tutte queste situazioni, generalmente si dispone di personale dedicato a tali compiti correlati, anche se sono appaltati a un'impresa di pulizie o a un'azienda di servizi di ristorazione / ristorazione.L'OP parla come se fosse una mensa privata della banca, quindi questa è la mia opinione.
La mensa del mio ufficio ha un distributore automatico.È strano che debba pagare per avere una barretta di cioccolato dal distributore automatico?
Negli uffici del Regno Unito in cui sono stato, se c'è un cibo preparato disponibile per l'acquisto in un'area specifica dell'azienda (dall'azienda o da un fornitore esterno a contratto), questa si trova nella stessa area dello spazio in cui le persone possono sedersigiù e mangia il cibo che hanno portato da sé (e lo conserva / riscalda ecc.).Sarebbe molto strano per questo non avere stoviglie e posate a disposizione di chi ne ha bisogno, sia che porti il proprio cibo che acquisti, poiché lo spazio è pensato per entrambi.Sarebbe diverso se l'azienda separasse gli spazi per il proprio cibo da quelli per l'acquisto di cibo, ma qui non è implicito.
La nostra mensa dispone anche di un forno a microonde per riscaldare i propri clienti.Usano le posate e si procurano un bicchiere d'acqua.Ma è una mensa aziendale, solo per noi.
#8
  0
Crowley
2019-09-27 00:39:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì, è normale e ragionevole. Ad essere sincero non riesco a immaginare il contrario.

È normale che loro, che ti fanno il cibo, ti forniscano i piatti e le posate. Se sei quello che fai il cibo, sei quello che si prende cura dei piatti e delle posate.

Ovunque ho studiato o lavorato fino ad ora, c'era una mensa, un ristorante, un angolo del cibo dove i dipendenti / gli studenti dovevano comprare / procurarsi il cibo. Portare il proprio cibo lì stava per essere disapprovato, almeno.

Loro, che non vogliono mangiare lì, possono andare in un altro ristorante.

In molti posti c'è una sala comune o una cucina con forno a microonde, lavello e frigorifero in modo che le persone possano portare il cibo da casa o dalla mensa per mangiarlo lì. Nel nostro sito abbiamo una lavastoviglie e un set di posate e stoviglie da utilizzare.

Se hai esigenze particolari, come dieta senza lattosio, senza glutine, speciale, che il venditore non può soddisfare ho il coraggio di ad esempio, chiedere le posate e spiegare perché le chiedi ti garantirà l'eccezione a quella regola.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...