Domanda:
Quando comunico a un potenziale datore di lavoro un nickname che uso?
animuson
2012-04-11 08:54:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se ho un nickname che seguo sempre e che tutti mi conoscono come / mi chiamano, quando dico queste informazioni a un potenziale datore di lavoro? La maggior parte delle applicazioni non ha un punto in cui scrivere un soprannome o un nome alternativo, e sembrerebbe imbarazzante sbattere casualmente "Io passo ..." quando li incontri per la prima volta. Allora, qual è il momento migliore e come posso rivelare queste informazioni? Glielo dico al mio primo colloquio, ogni volta che usano il mio nome per la prima volta o quando mi hanno offerto il lavoro?

Sembra una situazione imbarazzante, non importa cosa, a meno che non te lo chiedano. Cosa fai di solito?
Quattro risposte:
#1
+38
Kate Gregory
2012-04-11 21:16:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se il tuo "soprannome" è quello che TUTTI, anche gli estranei, ti chiamano (per esempio sul mio certificato di nascita c'è scritto Katherine ma vado da Kate) fai tutte le tue interazioni con l'azienda usando quel nome (compila il modulo di domanda se ce n'è uno, firma la tua lettera di presentazione e così via.) Quindi, se necessario, menziona l'altro nome, ad esempio che un diploma universitario è stato conseguito con quel nome più formale. Di tanto in tanto devo chiedere a un cliente che sta acquistando un biglietto aereo di acquistarlo per Katherine Gregory in modo che il biglietto corrisponda al passaporto.

Se il tuo "soprannome" è quello che i tuoi amici ti chiamano e non ti aspetti che gli estranei, anche quelli che lavorano nella stessa azienda, lo usino, allora aspetta di essere assunto e invita le persone a chiamalo se vuoi. Se vuoi che tutti i tuoi colleghi lo usino, aspetta che la prima persona ti saluti o ti presenti qualcun altro e dica "Vado per animuson in realtà" e poi quella persona ti presenterà a tutti in quel modo. Se durante il processo del colloquio ti senti più a tuo agio ad essere chiamato con il nickname, ma per qualche motivo hai fatto domanda come LongName, quando sarà il tuo turno la persona dirà "buongiorno, sei LongName?" e tu dirai "sì, anche se di persona preferisco andare per animuson" e loro prenderanno una nota sui loro appunti e sei pronto.

Lo adoro. Inoltre, se per qualche motivo preferisci la versione formale del tuo nome al primo contatto, non c'è assolutamente nulla di male nel dire "chiamami X" mentre fai il primo ciao nell'intervista o sullo schermo del telefono, a condizione che tu non abbia problemi con quel livello di familiarità durante il processo di intervista.
+1 Sono d'accordo - Ho iniziato a farlo con il mio soprannome, all'inizio della mia carriera, quando ero stufo dei messaggi lasciati sulla mia segreteria telefonica (i giovani possono cercare quel dispositivo su wikipedia) con il mio nome lungo. È diventato noioso spiegare loro che usavo un altro nome. Ora solo il mio passaporto / banca / autista ha quel nome.
#2
+10
Jacob G
2012-04-11 08:59:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dipende davvero da se si presenta un'opportunità. Ho un nome che viene comunemente "soprannominato" (Jacob -> Jake). Molti intervistatori mi chiederanno se preferisco l'uno o l'altro, a quel punto potrò rendere nota la mia preferenza. Se un'opportunità del genere non si presenta, la comunicherei alle risorse umane dopo aver accettato un'offerta e quindi al mio nuovo capo il primo giorno (con rinforzo dato che mi viene presentato, se necessario).

#3
+7
Mark Booth
2012-04-11 15:50:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questa è semplicemente una questione di professionalità. Se il tuo soprannome è accettabile all'interno della cultura dell'azienda, non ci dovrebbero essere ragioni per non presentarti con quel soprannome durante l'intervista.

Se tuttavia il tuo soprannome è più personale di una contrazione o sostituzione comune (Dave per David, Bob per Robert) allora potresti voler aspettare finché non hai il lavoro prima di andare in giro e dire alle persone di chiamarti qualcos'altro.

In sostanza, durante un colloquio, mi aspetterei chiamare qualcuno con il nome fornito nel proprio CV (curriculum), ma sarei lieto di accettare che le persone preferiscano utilizzare un nome diverso per la corrispondenza ufficiale o un contratto rispetto alle interazioni personali.

#4
+3
mhoran_psprep
2012-04-11 15:27:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Hai un paio di opportunità. Alcuni mettono il loro soprannome sul loro curriculum, altri (da Michael a Mike) lo menzionano nell'intervista. Puoi anche aspettare di mettere insieme la loro firma e-mail.

Quelle che creano confusione sono quelle che possono rendere difficile trovare il dipendente nel sistema di posta elettronica. Puoi informare la tua azienda prima che il reparto IT abbia la possibilità di configurare il sistema di posta elettronica.

Sono d'accordo con l'ultimo punto. Questo è il motivo per cui lo faccio all'inizio.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...