Domanda:
Il colloquio sullo stress è una bandiera rossa quando si decide se accettare l'offerta?
eee
2016-06-14 11:03:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono stato oggetto di quello che era ovviamente un colloquio di stress: prima sottolineando che alcuni dei miei risultati passati sono nulli qui, poi chiedendomi di raccontare loro i miei difetti da solo, quindi dedicando un compito relativamente facile ma non abbastanza tempo per completarlo, facendomi poi difendere l'opera incompiuta a qualcuno che era mortalmente sicuro che non fossi capace di finire nessuna parte; Semplicemente non ho avuto il tempo di scriverlo. Inoltre, mi è stato chiesto quanto bene posso lavorare sotto stress.

Posso lavorare sotto stress. Sono stato tranquillo, educato, ho risposto in modo costruttivo e ho meritato il secondo round del colloquio. Tuttavia, comprensibilmente, preferisco condizioni di lavoro tranquille, le stesse della maggior parte dei comuni mortali. Avendo alternative, sto pensando se vale la pena continuare con questo secondo round.

Normalmente è un colloquio di stress solo per test o potrebbe essere un indicatore serio che l'azienda prevede di metterti sotto stress significativamente maggiore del normale previsto per quel tipo di lavoro?

Il colloquio di stress potrebbe essere un test se pensano che potresti essere più utile in una posizione manageriale, dopo un po '. Non c'è una vera ragione per farlo se è solo per un lavoro di prova. Non so se sia una buona idea, ma perché non chiederglielo?
Non possiamo leggere le loro menti meglio di te. ___I___ si offenderei - educatamente - e li cancellerei dalla mia lista a meno che non fossi disperato
@keshlam per un'intervista sullo stress? o_o Perché offeso?
@GautierC: Non vedo alcun valore nel nonnismo, e un colloquio sullo stress è esattamente questo, non importa come tentano di giustificarlo. Gli obiettivi dichiarati di tale intervista possono essere raggiunti, ___better___, in altri modi. Tutto ciò che un colloquio di stress dimostra è l'incompetenza dell'intervistatore, la direzione che non si preoccupa abbastanza da spiegare come condurre un colloquio adeguato e, sì, la mancanza di rispetto per i candidati. ... E questo potrebbe trasformarsi in una risposta ...
@keshlam non lo fai, lo faccio. Non so come sia andata a finire la sua intervista, forse l'intervistatore non era competente. Ma un colloquio sullo stress è interessante se lavori in un lavoro che deve gestire lo stress. Anche se è difficile valutare un candidato su di esso.
@GautierC: Tutto ciò che mi dice è che devi imparare modi migliori per valutarlo.
Dal momento che niente meno che le risorse umane di Google ha dichiarato apertamente che esattamente ** zero ** tecniche di intervista hanno portato a vagliare con successo dipendenti buoni e cattivi che sono stati assunti, dubito piuttosto che un "colloquio di stress" sia buono per qualcosa di diverso dall'accarezzare l'ego di l'intervistatore.
Qualche altro poster ha scritto che "Le posizioni migliori di solito sono impegnative" sì, alcuni richiedono una qualifica più alta e non puoi essere un corridore se non puoi correre veloce - ma se fosse solo la gestione psicopatica che cerca i candidati personalità sottomessa che tollera abuso psicologico? Ecco come funziona la manipolazione: la vittima cerca di trovare una buona causa e non riesce a vedere l'ovvio. IMO se hai alternative migliori è irrazionale rinunciarvi e scegliere l'accordo che è male per te solo per "arrivare a sì" e sperare che le cose andranno meglio, ovviamente peggioreranno.
@CarlWitthoft la tua menzione di Google HR sembra interessante: hai un link?
@stannius Come al solito la mia memoria diverge dai dati registrati :-(. Ecco un collegamento che suggerisce almeno che la maggior parte delle tecniche standard ha una valutazione di bassa qualità. Http://www.wired.com/2015/04/hire-like-google/ Sospetto che il mio commento precedente fosse basato sui problemi che Google aveva prima dei loro nuovi protocolli
Intervista sullo stress? Era come [questo] (https://m.youtube.com/watch?v=iRtBvo9grLw)?
Forse sono ingenuo qui, ma un "colloquio di stress" è davvero una cosa? WTF?
Dovresti chiedere loro perché ti hanno concesso un colloquio sullo stress. Ti hanno fatto alcune domande difficili. Poni indietro alcune domande difficili. Quale incidente li ha spinti a voler fare un colloquio sullo stress? È un ruolo con un alto tasso di turnover? Avrai più manager? Quali sono i difetti dei tuoi manager / colleghi / intervistatori? Ci sarà più nonnismo del nuovo ragazzo? A che ora lavorano tutti? Ci sono ferie illimitate (ovvero nessuna vacanza a meno che tu non sia disposto a fare brutta figura)? Se un ambiente di sviluppo, superano il test di Joel? Inoltre, assicurati di controllare glassdoor.
Lo prenderei come rappresentativo delle condizioni di lavoro e procederei di conseguenza. Chiediti, vale la pena trattare il lavoro in questo modo? Lo so che per me non lo è. Sono già uscito da interviste come questa, dicendo semplicemente all'intervistatore che ho visto abbastanza e che non ho bisogno di questo tipo di abuso nella mia vita.
@StephanBranczyk Questa dovrebbe probabilmente essere una risposta, non un commento.
@Lilienthal o chiunque altro, puoi incorporare ciò che ho detto nella tua risposta. Sono troppo pigro per scriverlo come risposta io stesso.
Nove risposte:
#1
+85
mag
2016-06-14 13:06:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dipende. Potrebbero essere alla ricerca di qualcuno che inizi con un normale titolo di lavoro ma verrà rapidamente promosso a un ruolo di manager o manageriale. Forse la politica aziendale impedisce loro di assumere direttamente i manager.

Un punto chiave è però: Un intervistatore competente non verifica le capacità di cui i candidati non hanno bisogno per avere successo.

Quindi devi chiederti: sei disposto e in grado di tollerare questo tipo di stress nel tuo lavoro? In caso contrario, probabilmente non vorrai lavorare lì.

Tuttavia è molto probabile che si tratti di un intervistatore newb o che qualcosa sia andato storto la prima volta, e vale la pena provare la seconda volta. Anche se non finisci per lavorare lì, andare al secondo turno è prezioso per creare collegamenti e ottenere informazioni sull'azienda e su te stesso.

+1 Una volta ho fatto qualcosa di simile a un candidato. Gli ho posto domande oscure di cui non aveva modo di conoscere le risposte. Non volevo che conoscesse le risposte, volevo sapere cosa avrebbe ** fatto ** quando non conosceva le risposte. Non ha provato a BS né si è innervosito. Ha solo detto che avrebbe dovuto cercarli anche lui e mi ha detto dove. Assunti!
Chi dice che i manager ** devono ** gestire lo stress e la pressione del tempo come una cosa ovvia?
@CarlWitthoft Dipende dal settore. Ho lavorato per un giornale. Lo stress e l'ansia per le scadenze erano la carne e le bevande dell'ambiente. Idem per molte società finanziarie.
@RichardU Scusa, ma mi sembra inappropriato. Le interviste per molte persone sono già abbastanza difficili senza domande oscure gettate nel mix. Forse uno solo per vedere come lo gestiscono, ma non sembra più giusto.
@camden_kid Mi dispiace che ti senta in questo modo. La posizione era per un importante giornale dove milioni di persone avrebbero visto qualsiasi errore e il lavoro era molto più stressante di qualunque cosa gli fossi sottoposto. Come in ogni intervista, il punto non è la risposta alle domande, ma il modo in cui reagisci. Credi che sarebbe stato più appropriato se gli avessi lanciato domande sul softball e lui si fosse messo al lavoro e fosse stato licenziato perché ha commesso un errore che è apparso sul giornale?
@RichardU Penso che ci sia una grande differenza tra domande non softball (cioè domande molto difficili) e domande * oscure *. Sospetto che probabilmente abbiamo un'idea diversa di cosa intendi per oscuro.
@camden_kid il punto era che non avrebbe dovuto essere in grado di rispondere. Volevo vedere cosa avrebbe fatto se non avesse saputo la risposta. "Non lo so" era la risposta corretta perché non lo sapeva. Era la risposta che volevo sentire. Per i punti bonus, mi ha detto dove avrebbe trovato la risposta. L'ho consigliato ed è stato assunto. Questo è il punto centrale di un'intervista, per vedere se la persona si adatta bene. Lo era, e ha fatto un ottimo lavoro.
@CarlWitthoft C'è un nome per "manager che non devono gestire lo stress e la pressione del tempo come una cosa ovvia". È "amministratore", non "gestore".
@alephzero La risoluzione del problema inizia dall'alto. La maggior parte dello stress del manager deriva da richieste palesemente irrealistiche dall'alto.
Hai bisogno di un monumento per il secondo paragrafo. È incredibile quanti intervistatori non lo capiscano.
#2
+54
Korcholis
2016-06-14 12:36:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Vai al secondo round.

Dalla mia esperienza:

Ok, devo dire che potrebbe avere andato meglio di quanto ti aspetti. Ho fatto terribilmente la volta che ho avuto un colloquio. Ero nervoso, sapevo pochissimo dell'offerta di lavoro (ma i principi dell'azienda erano piuttosto carini, quindi ho voluto provare!) , e dovevo parlare fluentemente e difendermi in inglese, in un tempo non potrei essere meno preparato. Non ho terminato il compito di programmazione in tempo e non ero in grado di rispondere all'ultimo indovinello "intelligente". È stata un'introduzione piuttosto noiosa su me stesso, se devo dire.

Tuttavia, erano comunque interessati a come ho svolto il compito di codifica e volevano un secondo round, dopo di che tutto andava perfettamente bene ( ed ero anche più rilassato).

Dai loro una seconda possibilità , forse sono stati invadenti solo per vedere cosa sei riuscito a gestire ( aspettati quelle situazioni di picco ogni tanto , non ti mentirò) e se riuscirai a migliorare (la maggior parte delle volte vorranno un investimento quando assumono qualcuno, non solo "tu adesso ").

Non sei costretto ad accettare l'offerta anche dopo questo secondo colloquio, ma potresti perdere una buona opportunità se non vai.

Detto altrimenti: le posizioni migliori sono solitamente impegnative. Se ti arrendi facilmente, potresti perdere alcune delle migliori posizioni.
@gazzz0x2z esattamente. Un mio amico lavora in Google e il suo processo di intervista è stato lungo e pieno di compiti (ci sono voluti più di 4 mesi, risparmiando interviste a settimane di distanza), secondo me, per vedere quanto sei capace e resistito. Proprio come i processi e gli esami di posizione pubblica spagnoli: sono lunghi e noiosi (è persino difficile da applicare) di proposito, per eliminare i meno devoti.
Questo è un buon punto. È solo il secondo giro di interviste, senza impegno. Se non sei sicuro di come interpretare la prima intervista, ottieni maggiori informazioni dalla prossima.
@gazzz0x2z con "migliore", intendi "meglio pagato"? Perché amo il mio posto attuale nonostante la paga
@gazzz0x2z: è vero che quelle posizioni più remunerative sono esigenti. È falso, tuttavia, che le posizioni più impegnative siano quelle che pagano meglio. Fonte: esperienza. :)
"migliore" dipende dal punto di vista di ciascuno, ma più persone vedranno il posto di un manager in Google come "il migliore" come lavoro per pulire le fogne. Per "migliori", intendo i posti che più persone vogliono, qualunque sia il motivo (e il pagamento è un motivo comune, anche se non l'unico).
#3
+39
gnasher729
2016-06-14 11:14:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un'intervista va in entrambe le direzioni. Sta all'azienda decidere se vuole assumerti, sta a te decidere se vuoi lavorare lì.

Non saprei dire se abbiano solo reso il colloquio stressante o se questo è ciò che piace all'azienda, ma se fosse solo il colloquio, non hanno superato il test. Se non ti piace l'intervista, l'intervista ha funzionato come previsto. Andarsene.

Sì, è una decisione personale: la mia politica è che, a meno che il mio mutuo non sia in linea, eviterò le aziende con domande "trabocchetto", stress test o domande che non fanno altro che dimostrare che l'intervistatore è intelligente. Accetto che lo stress a volte possa far parte del lavoro, ma non mi interessa che le aziende lo testino deliberatamente. Un colloquio è ** già ** stressante ed è di per sé uno stress test!
@JonStory: `dimostra che l'intervistatore è intelligente` - dovrebbe essere una risposta.
#4
+7
Paulb
2016-06-14 23:08:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho lavorato nelle risorse umane. Ho lavorato in Ops. Ho ricoperto incarichi di pubblica fiducia. Ho passato interviste sullo stress. Quindi ho una visione a 359 gradi di questo (l'1% mancante è un segnaposto per gli scopi di Johari Window).

Un colloquio di stress per alcune posizioni:

  • Può essere legittimo . Ho conosciuto lavori in cui risposta allo stress è un legittimo discriminatore di assunzioni.
  • o potrebbe anche essere un colloquio di Bush League, dove altrimenti non ci sarebbero bandiere rosse meritate
  • o è una bandiera rossa

in generale credo che il sistema funzioni e non considererei le interviste sullo stress una bandiera rossa. Soprattutto considerando la tua capacità auto-dichiarata di affrontare lo stress, il tuo comportamento durante il colloquio e il fatto che hai ricevuto un'offerta.

Il fatto che tu sia così cerebrale su questo da chiedere allo Stack, ti ​​rende ancora più un +1 assunzione.

#5
+6
Neolisk
2016-06-14 23:29:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il colloquio sullo stress è una bandiera rossa - , se sei assunto per una posizione tecnica. Non ho esperienza con nessun altro, quindi non posso parlarne.

Pensaci. Quando ti avvicini a un maestro di arti marziali, lui / lei ti colpisce subito in faccia per dimostrare la loro maestria? Quando ti iscrivi a un corso di arti marziali, ti battono bene per verificare se sei in buone condizioni per allenarti?

Se un intervistatore ha una formazione in psicologia, formale o meno, è estremamente facile per capire se la persona è stressata o meno. Cose come strani movimenti del corpo, cambiamenti nel tono della voce, espressioni facciali ecc. - a meno che tu non sia stato specificamente addestrato a non mostrare le tue emozioni, le dimostrerai garantite. Anche persone con 15 anni di esperienza - beh, posso dire comunque solo per background tecnico.

Ora, è importante per te (sapere come) lavorare bene sotto stress? Oppure - è più importante per te fare il lavoro e migliorare nel fare detto lavoro? Stress o lavoro: non puoi scegliere entrambi. Molte persone che conosco che sono eccellenti nel gestire lo stress non sono neanche lontanamente produttive come altri individui "sensibili". Parlando 100 volte qui. Un ambiente di lavoro tranquillo e confortevole è requisito fondamentale per una crescita personale e professionale misurabile.

C'è stato un buon commento da parte di qualcuno in rete sulle interviste e sulla tua prima impressione.

Il modo in cui ti trattano durante un colloquio è il miglior trattamento che potrai mai ricevere dopo e se trovi un lavoro con loro.

Potrebbe leggermente più facile quando ottieni un lavoro, ma in seguito potresti raggiungere un punto in cui aumentano lo stress in modo arbitrario, solo perché va bene e "come sono sempre state fatte le cose qui". Quindi devi tenere conto del cattivo sonno, della malattia, dei figli della famiglia & e di come tutto questo combacia, quando (spesso) hai una "brutta giornata" in un lavoro come questo.

Un altro modo per affrontarlo è quello che chiamo un principio di trattamento equo. Se hanno dubbi su di te (e quindi mettono alla prova le tue capacità di stress), dubita di loro dalla tua parte. Sono davvero buoni e meritano il tuo tempo? Esempi di domande da porsi:

  • Hanno 30 giorni di ferie all'anno?
  • Pagano 200.000 all'anno per lavorare lì?
  • Puoi lavorare da casa ogni volta che vuoi?

Se hai risposto sì a tutti, forse va accettabile il loro requisito di stress. In caso contrario, valuta i pro ei contro, considera lo stress e presumi che sarà sempre lì. Vale tutto il resto? Questa decisione è personale, solo tu puoi dirlo.

Sarebbe utile se ripetessi la parte della domanda (è una bandiera rossa?) A cui stai rispondendo di sì.
Penso che il tuo esempio di arti marziali sia errato perché non è una questione di maestria affermare la tua competenza.Un'azienda che verifica il modo in cui gestisci lo stress è un indicatore del fatto che lo passi semplicemente a qualcun altro o se ti prendi il tempo per ricercarlo, razionalizzarlo e testarlo.Tornando al corso di arti marziali, non vorresti mettere alla prova la tua competenza contro un nemico che potrebbe non seguire le stesse regole permettendoti così di verificare se hai imparato le arti marziali o se hai semplicemente fatto le mosse senza capire?
È come in quel film schivare la palla dove il ragazzo ha detto: "Se puoi schivare una chiave inglese, puoi schivare una palla".Se un posto di lavoro ti lanciava una chiave inglese causandoti dolore, vorresti lavorare in un posto del genere o preferiresti semplicemente giocare a dodge ball?Lanciarti una chiave inglese, crea uno stress eccessivo e spiega che l'ambiente non è divertente e stressante.
@Dan: Nessuno assume guardie di sicurezza osservando come le altre guardie di sicurezza le picchiano.Non sto parlando di agenzie segrete e simili, dove lo stipendio annuale è ben oltre i guadagni di una vita di chiunque.Dare stress a qualcuno potrebbe significare mancanza di rispetto.O mancanza di abilità sociali.
@Neolisk In una situazione ipotetica, l'introduzione di uno stress test per assumere guardie di sicurezza è un grande vantaggio.Ad esempio, diciamo che hai fatto un test in cui una donna anziana con una borsa.Ha pagato gli articoli ma ha fatto scattare l'allarme.Il tuo compito è indirizzare questa signora anziana non collaborativa alla cassa per togliere il cartellino, ma lei rifiuta perché è vecchia.Come guardia di sicurezza, assumeresti qualcuno che si comporti in modo gentile, gentile e molto ben parlato con la signora anziana indisciplinata o assumeresti qualcuno che semplicemente si allontani e dice: "Non importa. Lascia che quella persona anziana torni a casa con il tag?? "
@Dan: Puoi insegnare a essere gentile, non puoi insegnare a capire quando le cose stanno per andare storte (in realtà, puoi, ci vogliono solo alcuni anni di formazione).
@Neolisk Preferisco assumere la persona che può piuttosto che dover insegnare loro come individuare le cose che stanno per andare storte.Non lo faresti?
@Dan: Assumerei la persona con la maggiore esperienza e / o in grado di acquisire tale esperienza rapidamente (di solito con altra esperienza precedente da un set di abilità simile).L'esperienza è l'elemento chiave di differenziazione del mercato, almeno per la mia area di competenza (sviluppo software).
@Neolisk Esattamente, ecco perché c'è uno stress test.Non dove fanno cose stupide come lanciare una chiave inglese, o schiaffeggiarti, o chiederti di combattere uno contro uno con altre guardie di sicurezza.Lo stress test del buon senso sarebbe l'ideale, ma se stanno facendo cose stupide, il viceversa sarebbe un indicatore per andarsene dal momento che sarà un ambiente stressante.
#6
+3
Socrates
2016-06-15 03:12:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che dipenda da chi è. Se è il responsabile delle assunzioni o qualcuno con la stessa anzianità, ci penserei due volte prima di continuare.

In generale, per le persone che giocano a giochi del genere può essere sgradevole lavorare perché tendono a trattare le persone come oggetti essere manipolato. Darti un problema che non puoi completare solo per vedere come reagisci non è un gesto amichevole. Indica qualcuno che è esigente e sfruttatore. Non qualcuno per cui vorresti lavorare e parlo per esperienza.

Cerca un'azienda che ti tratti come una famiglia, non un cavallo da lavoro.

#7
+2
BigMadAndy
2018-10-15 22:47:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il problema principale delle interviste sullo stress non è che siano spiacevoli. Il problema principale con loro è che sono inefficaci.

  • Un colloquio è incomparabile alle normali condizioni di lavoro. Il modo in cui reagisci al tuo intervistatore che ti urla non dirà nulla su come reagirai alla rabbia dei clienti o dei colleghi. Semplicemente non è la stessa situazione. Le nostre reazioni allo stress dipendono dalla persona da cui è causato lo stress, dall'intera situazione sociale a cui partecipiamo e dalle reti di supporto che abbiamo.

Fondamentalmente, se qualcuno usa tecniche di intervista sullo stress, mostrare che non hanno idea di intervistare. E poi devi chiederti se l'incompetenza in questo campo rifletta l'incompetenza in altre aree. Per me sarebbe un rischio enorme accettare un lavoro come questo. Sono una persona razionale e trovo che tutti i tipi di hocus-pocus non abbiano posto sul posto di lavoro.

Se un'azienda vuole testare la reazione allo stress dei candidati, il modo giusto per farlo è chiedere loro informazioni le loro esperienze passate o per creare una situazione simile a quella che deve affrontare il nuovo dipendente:

Parlami di una situazione in cui hai bisogno di affrontare un cliente difficile

Raccontami di un conflitto che hai avuto con un collega.

Immagina di avere questo lavoro. Sono il capo del dipartimento A e hai bisogno della mia approvazione per implementare il progetto B, che è la tua priorità assoluta. Sono contro il progetto. Che cosa fai?

  • Come candidato, non puoi giudicare se l'intervistatore che ha usato tecniche di stress fosse uno stronzo o lo abbia fatto apposta. È un problema enorme. La maggior parte delle persone lascia il lavoro a causa dei loro capi. Personalmente, non rischierei di iniziare un lavoro sapendo che farei rapporto a qualcuno che si è presentato come ostile, scortese o incompetente durante il colloquio. Potrebbe andare bene, ma il rischio che non succeda è enorme. Perché correre il rischio?

Recentemente è stato pubblicato uno studio sui rompicapo utilizzati durante i colloqui di lavoro. Il documento ha mostrato che i rompicapo non dicono nulla sulle capacità dei candidati, che, tuttavia, dicono molto sulla personalità asociale degli intervistatori. Sono abbastanza sicuro che il risultato delle interviste sullo stress sarebbe simile.

  • La logica delle emozioni non ha molto a che fare con la razionalità del "cervello". Ho avuto colloqui presso aziende di cui ero totalmente interessato ed entusiasta, che avevano processi di intervista così orribili ed erano così incredibilmente irrispettosi che non mi candiderò mai più per una posizione con loro. In realtà è una decisione completamente razionale. Per me, il mio benessere emotivo è importante, quindi non lavorerò per un'azienda che dimostri di mancarmi di rispetto.
#8
+1
Scott
2016-06-15 05:28:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"chiedermi di raccontare loro i miei difetti" è una componente di un colloquio regolare, non un colloquio stressante. È letteralmente il numero 2 nell'elenco di Forbes delle domande di intervista più comuni.

È un regalo per qualsiasi intervistato che si è preso la briga di prepararsi. I modi più comuni per rispondere sono presentarsi come "troppo perfezionista", "un maniaco del lavoro" (nota, fallo solo se pensi che l'azienda lo consideri un punto di forza), o discutere un difetto relativamente minore e passa alle grandi capacità di problem solving che hai dimostrato per affrontare il tuo più grande difetto.

Come gestisci la pressione è il numero 32 nell'elenco di Forbes ed è importante chiedere come parte di un colloquio regolare. Quasi tutti i lavori comportano stress e la risposta che stanno cercando è "utilizzando lo strumento / processo di gestione del tempo _______, ________ e ________ per suddividere il mio lavoro in parti più gestibili e ridurre la pressione dalle scadenze", non stanno cercando "Mi abbuffo sul cioccolato e bevo me stesso per dormire ".

http://www.forbes.com/sites/jacquelynsmith/2013/01/11/how-to-ace-the-50-most -common-interview-questions / # 48d8ac9e4873

Per quanto riguarda gli altri punti, penso che potresti non essere onesto con te stesso:

Le interviste sono brevi e se ti chiedono di portare a termine un compito (cosa che probabilmente hanno sottovalutato quanto tempo ci vorrà), preferirebbero vedere come affronteresti l'intero problema piuttosto che vederti risolverne una parte in dettaglio.

Per quanto riguarda loro che dicono che una parte particolare della tua esperienza non è rilevante, posso vedere possibili scenari in cui sarebbe gentile: non possono farti passare un colloquio a meno che tu non dimostri di soddisfare determinati criteri. Se hai frainteso una domanda o hai dato una risposta sbagliata, è meglio che ti dicano che non soddisfa i criteri e questo ti dà l'opportunità di rispondere di nuovo. L'alternativa è che non dicono nulla e tu non ottieni il lavoro perché il tuo esempio non era pertinente all'abilità che stavano cercando.

Oppure potresti rispondere come Keith, in The Office, e inserire _ Eczema _...
#9
+1
Sonja
2018-10-15 18:54:10 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Potrebbe essere una bandiera rossa e potrebbe non esserlo. Potrebbe essere che non siano abituati a intervistare le persone e leggere alcuni siti sulla codifica della lavagna e le domande di intervista standard. Non c'è modo di indovinare. Ma puoi chiedere.

Se si tratta di un'azienda in cui vorresti lavorare chiedi loro il motivo del colloquio di stress. Puoi farlo durante un colloquio di follow-up o durante un secondo colloquio.

Puoi chiedere direttamente perché questo tipo di intervista, oppure puoi chiedere la bandiera rossa che ritieni sollevi. Preferibilmente anche combinato in qualcosa del tipo: "Durante l'ultima intervista ho avuto la sensazione che stavi testando la mia capacità di affrontare lo stress. Riuscire a lavorare bene sotto stress è importante per questa posizione, o ci sono problemi di stress all'interno del dipartimento? " Se dicono che lo stress non fa parte del lavoro, chiedi perché hanno fatto l'ultimo colloquio come hanno fatto loro.

In questo modo mostri entrambi il tuo potere di osservazione sull'ultimo colloquio e dà le tue informazioni che ti permetteranno di determinare se l'ultima intervista è stata effettivamente una bandiera rossa. E infine, alle persone piace sentirsi parlare. Se continui a parlare con il tuo intervistatore, avrà meno tempo per fare domande difficili e si sentirà come se fossi più simile a loro. Il che ti aiuterà a essere assunto.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...