Domanda:
L'affermazione "I datori di lavoro non assumeranno persone senza 'presenza sui social media'" è realistica per il settore dell'ingegneria nel Regno Unito?
Neamus
2019-04-26 16:01:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un anno fa ho deciso di rinunciare alla mia presenza sui social media perché pensavo che non fosse necessario, il mio tempo veniva sprecato e non guadagnavo nulla.

Ma qualche tempo fa ho letto un articolo che aveva a che fare con i datori di lavoro e i social media. Una delle righe dell'articolo afferma:

"Il 57% dei datori di lavoro NON intervisterà qualcuno senza una presenza sui social media".

Capisco perché la mancanza di social media potrebbe essere un fallimento in quanto i datori di lavoro potrebbero pensare che non sei "aggiornato" con la tecnologia; ma mi sono iscritto a molte aziende sul mio feed di Google, ad esempio Tesla e Huawei, e ricevo sempre notizie di tecnologia. Quindi direi di essere aggiornato.

In quanto studente di ingegneria elettronica, questa citazione mi preoccupa per il fatto che avere un account sui social media è apparentemente un fattore decisivo. Quindi mi chiedevo se questa citazione sia vera ed è possibile dire a un datore di lavoro che ti tieni aggiornato con la tecnologia iscrivendoti agli articoli.

Quale articolo?Potrebbe non essere rilevante per l'ingegneria elettronica o l'ingegneria.Se fosse per lavori nel settore della musica / marketing potrebbe essere rilevante.
Conosci la paternità degli articoli?Ci sono molti "articoli" in questi giorni scritti da organizzazioni con assi da macinare.Se leggi un pezzo online non scritto da un giornalista accreditato (o, per esempio, da un professionista che scrive sulla loro professione) probabilmente è scritto come un concerto.
Benvenuto :-) Non è necessario introdurre o concludere le tue domande come faresti in una lettera o in un'e-mail.Inoltre, non considererei 1 articolo letto "qualche tempo fa" come un riferimento valido.Infine, forse potresti fare un'eccezione e avere linkato come tua unica presenza sui social media ...
Potrebbe variare in base al paese?Sono nel Regno Unito e non ho mai rifiutato un candidato / conosciuto un candidato da rifiutare a causa della loro mancanza di presenza sui social media (almeno nel settore dello sviluppo software).
@Solar Mike Non era specifico in quale settore e questa è la cosa preoccupante perché per il marketing e la musica capisco ma per l'ingegneria non ne sono sicuro.
Se mostri a un potenziale datore di lavoro un circuito che hai costruito che fa qualcosa di interessante quando fa domanda per un post di inglese elettrico che avrà più peso di "oh, ho 10000 follower per il mio ballo".
Neamus, penso che tu debba fare un passo indietro e "seguire i soldi" in termini di quell'articolo.È stato pagato da un'azienda che vuole che le persone abbiano un profilo online (careerbuilder) ed è promosso da qualcuno che vuole che tu ne abbia uno ("asalesguy") e vuole che tu acquisti il suo libro.
linkedin, sono social media?
La domanda è: vorresti lavorare per un'azienda che assume in base alla presenza sui social media invece che alle capacità ingegneristiche
"L'86% delle statistiche è composto sul posto" - Gandalf il Grigio.
@PaulD.Waite> Questo è nel libro.Nel film è il 75%.
Qualsiasi datore di lavoro che richiede a un dipendente di avere social media (forse oltre a lavorare per l'azienda di social media) sta solo * chiedendo * di perdere candidati di valore ..
Penso che ormai tutti dovrebbero sapere che il giornalismo non è più reale, chiunque può creare un sito web e chiamarsi giornalista
Nelle aziende con proprietà intellettuale da proteggere o contratti governativi da mantenere, possono scoraggiare la maggior parte dei post.In un mio lavoro passato, in linea con quella descrizione, l'idea era di avere alcuni account (quindi non sono stati dirottati), ma pubblicare contenuti strettamente "normali" (niente politica o altre posizioni di divisione o controverse).
Quindi ... se non passiamo una stupida quantità di tempo ad "aggiornare il nostro stato" o come si chiama non possiamo trovare un lavoro?Noccioline.Immagino che sarò disoccupato.
@PaulD.Waite - "Non chiedere se l'ottantadue percento delle citazioni su Internet sono fittizie, attribuite erroneamente o semplicemente sbagliate. Chiedi invece cosa puoi citare erroneamente!"- John F. Kennedy
Le persone con nomi comuni sono spesso difficili da trovare sui social media.Se questo fosse vero, immagino che molte di queste persone avrebbero problemi a trovare lavoro.
Sono un ingegnere metallurgico;Ho una pagina LinkedIn ma non ho mai avuto account o partecipato ad altri social media.Nella mia ricerca di lavoro l'anno scorso ho avuto un buon rapporto tra domande e colloqui.Direi che in ingegneria non c'è effetto.
specificare la posizione.Ci sono paesi in cui controllare i contenuti dei social media dei candidati potrebbe rappresentare un bel caso di discriminazione.
Sette risposte:
#1
+156
Dustybin80
2019-04-26 16:23:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nell'articolo che hai pubblicato si dice "Il 57% dei datori di lavoro NON intervisterà qualcuno senza una presenza sui social media". Eppure nel sondaggio si collega ad esso dice "il 57% ha meno probabilità di intervistare un candidato che non riesce a trovare online".

Dice anche che "il 54% ha deciso di non assumere un candidato in base al proprio profili dei social media ". Quindi potresti sostenere che non avere un account sui social media è in realtà un vantaggio poiché non possono scegliere di non assumerti sulla base di una foto spaventosa della festa di laurea della tua scuola.

Tuttavia leggendo l'articolo è chiaro l'autore ha un'agenda per supportare le affermazioni che ha fatto nel suo libro alcuni anni fa. Non credo che si legga come una scrittura equilibrata e neutra.

Aneddoticamente, ho conosciuto persone durante il reclutamento per cercare l'intervistato online in anticipo. Quindi potrebbe valere la pena assicurarsi che le ricerche rapide mostrino informazioni positive. Tuttavia non ho MAI saputo che un candidato non fosse intervistato perché non ha un account sui social media.

Don Pirraro ha realizzato un fumetto al riguardo "vedi una persona che non esiste! Non si può cercare su Google".
Sono d'accordo con te (e votato positivamente), ma penso che stia diventando più importante per _alcuni_ utilizzo dei Social Media in _some_ professioni.Ho anche visto colleghi verificare la presenza online di potenziali dipendenti.
@Justin Sì, hai assolutamente ragione e penso che una presenza davvero forte possa essere utile.Ad esempio, sarebbe insolito per un DJ o un produttore musicale avere zero impronta sui social media.Anche i programmatori di primo livello normalmente hanno blog, articoli e repository GitHub.
Sono d'accordo, ma penso che confutare queste affermazioni sottintendendo che le persone prendono / non prendono una decisione consapevole di non assumere qualcuno con il loro ragionamento come mancanza di presenza online possa essere fuorviante.I social media hanno riportato effetti nel far sentire le persone come se avessero più familiarità con una persona di quanto non lo siano in realtà.Di conseguenza, potresti sentirti come se avessi una migliore comprensione delle persone con una presenza online (a condizione che non ci sia nulla di compromettente lì) rispetto a un totale sconosciuto, che creerà pregiudizi cognitivi nel loro processo decisionale.
@DoctorPenguin In realtà non stavo suggerendo che nessuna presenza sui social media fosse un vantaggio.Stavo suggerendo che l'autore ha scelto (e sensazionalizzato il linguaggio) del rapporto che stava citando.Stavo cercando di dire che potevo fare lo stesso per suggerire che nessuna presenza sui social media è migliore.Penso che siamo d'accordo sul fatto che l'approccio migliore sia assicurarsi che se qualcuno ti cerca online (al meglio delle tue capacità) vedrà solo cose abbastanza generiche o positive.
La statistica del 54% è interessantemente irrilevante, poiché è calcolata dal datore di lavoro e non dal lato dei dipendenti.Tutto quello che dice è che il 54% dei datori di lavoro ha rifiutato almeno una persona a causa dei loro profili sui social media, il che non dice nulla sulla frequenza effettiva di candidati rifiutati a causa del loro profilo online.Mi aspetto che tra tutti i candidati a un lavoro, solo una piccola parte venga rifiutata per questo motivo.
@NuclearWang Totalmente d'accordo con te.Tuttavia, potresti sostenere che il 57% dichiarato è anche abbastanza irrilevante quando non è possibile misurare la minore probabilità che ti intervistino.Dipende anche da cosa hanno chiesto alle aziende del sondaggio.Se fosse "Se cercassi candidati online e non riuscissi a trovare account sui social media, avresti meno probabilità di intervistarli?".È possibile che il 57% degli intervistati faccia clic su sì.Potrebbe anche essere che solo il 2% degli intervistati lo faccia regolarmente, ma non gli viene data la scelta di risposta.
_ "Non ho mai saputo che un candidato non fosse intervistato perché non ha un account sui social media" _ Affermazione interessante;come fai a sapere che qualcuno che non è stato intervistato è stato rifiutato per questo motivo?Non è che le aziende ti chiamino per farti sapere che non intervisteranno.Non è come dire "non ho mai conosciuto qualcosa che non posso sapere"?
Essendo qualcuno che interagisce solo in modo anonimo, questo è uno studio piuttosto sorprendente.
@code_dredd - eh ?!Le donne delle risorse umane erano molto divertenti e quasi troppo felici per parlare delle sciocchezze che avevano passato al setaccio per tutta la mattina, a pranzo.A questo punto, quando la statistica è stata menzionata, ognuno di loro è scoppiato a ridere .. Certo, avresti ragione se pensassi che l'ho inventato sul posto.Ti sbaglieresti anche se pensi che non mi derida con le ragazze delle risorse umane all'ora di pranzo mentre rivivono alcuni dei "momenti salienti" della loro mattinata.Ho inventato la parte di essere sorpreso dall'effetto senza precenso, ma questo è tutto. Quindi sì, nah.Non qualcosa che non puoi sapere ...
@enhzflep Ti sei perso la parte in cui il contesto del commento originale e la mia risposta indicavano che stiamo parlando di un _potenziale candidato_ che non viene intervistato?Se dovessi candidarti per un lavoro in una società A e loro decidessero di non intervistarti nemmeno, come faresti a conoscere le ragioni per cui la società A giustificava il tuo mancato colloquio?Non potresti, b / c non ti chiameranno per parlartene.La situazione che stai descrivendo nel tuo commento sembra completamente estranea a quello che stavo dicendo w.r.t.il commento originale.Sembra che lavori già lì o qualcosa del genere.
@code_dredd - no.Sembra che abbiamo semplicemente una divergenza di opinioni su quanta differenza fa.Affermo che non ne fa nessuno.Il commento dichiarava la conoscenza di zero casi in cui la presenza o l'assenza di una cosa significava che un invito a un colloquio che normalmente sarebbe stato esteso non lo era. Esatto, io * lavoro * lì.Quale parte della risposta che Dusty ha fatto e tu hai risposto dice che non lo fa o non può?Non ne ho visto uno.Questo ha poi reso la tua dichiarazione banale da attaccare e rispondere come ho fatto io, cosa che ripeterò.Assolutamente no, non è nemmeno vicino all'essere qualcosa che non puoi sapere.
@code_dredd - comunque, COME RICHIEDENTE - Concordo che non puoi avere idea di come sia andata la competizione. Forse il testo enfatizzato è la chiave qui ....;)
@enhzflep Tutto quel balbettio, infine, fa eco al mio stesso punto, che *** come candidato ***, non saresti in grado di sapere perché non sei stato intervistato da un potenziale datore di lavoro.Questa non è la sezione dei commenti di YouTube, quindi ho finito qui.Buona giornata facendo qualunque cosa tu faccia in un giorno normale.
#2
+39
Sourav Ghosh
2019-04-26 16:14:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Prima di tutto, lascia che ti dica che la presenza online NON È UGUALE DELLA presenza sui social media .

Non posso certificare / scartare l'autenticità e l'applicabilità di un (ny) post specifico (l'articolo, non il sondaggio) trovato su Internet, ma vista l'esperienza pratica, direi, non ha molta importanza se non si ha la presenza sui social media.

Sì, è desiderabile avere un account di networking professionale come LinkedIn e avere alcuni progetti personali per animali domestici su Github: contano come presenza online (ad esempio, parlano per le tue capacità, competenze, ecc.). Tuttavia, non averne uno non ha un peso sufficiente per essere considerato come uno dei criteri di squalifica per il colloquio.

D'altra parte, come menzionato nel post del sondaggio originale (non l'articolo che hai collegato, il sondaggio vero e proprio)

  • Il post inizia con qualcosa

    "Prima di pubblicare foto della tua baldoria notturna o lamentele sul tuo lavoro sui social media, ripensaci: il 70% dei datori di lavoro utilizza i social media per seleziona i candidati prima dell'assunzione, con un aumento significativo rispetto al 60% dello scorso anno e all'11% del 2006. "

    Il che è più un avvertimento sull'uso (improprio) dei social media può effettivamente danneggiare la tua carriera, in quanto reclutatori e dipendenti potrebbero essere influenzati negativamente da post sui social media non così professionali.

    • Quindi, prendi nota della citazione

    "Questo dimostra l'importanza di coltivare una personalità online positiva. Le persone in cerca di lavoro dovrebbero rendere i loro profili professionali visibili online e garantire che tutte le informazioni che potrebbero avere un impatto negativo sulla loro ricerca di lavoro siano rese private o rimosse."

    Questo in realtà menziona anche che avere una presenza online è preferibile e, se averne una, è necessario mantenere l'aspetto professionale.

    • Infine, c'è il paragrafo lungo solo sugli effetti negativi:

    Rifletti prima di pubblicare

    Impara da chi prima di te: più della metà dei datori di lavoro (54%) ha trovato contenuti sui social media che li hanno indotti a non assumere un candidato per un ruolo aperto. Di coloro che hanno deciso di non assumere un candidato in base al proprio profilo sui social media, i motivi includevano:

    • Il candidato ha pubblicato fotografie, video o informazioni provocatorie o inappropriate: 39%
    • Il candidato ha pubblicato informazioni su di lui che beve o fa uso di droghe: 38%
    • Il candidato aveva commenti discriminatori relativi a razza, sesso, religione: 32%
    • Il candidato ha parlato male della sua precedente azienda o collega dipendente : 30%
    • Il candidato ha mentito sulle qualifiche: 27%
    • Il candidato aveva scarse capacità di comunicazione: 27%
    • Il candidato era collegato a comportamenti criminali: 26%
    • Il candidato ha condiviso informazioni riservate dai datori di lavoro precedenti: 23%
    • Il nome utente del candidato non era professionale: 22%
    • Il candidato ha mentito su un'assenza: 17%
    • Candidato pubblicato troppo spesso: 17 percento

Quindi, presi insieme, non è così che s raffigurato nell'articolo. L'autore si è preso la libertà di presentare i fatti in un modo che sembra supportare i suoi commenti precedenti.

Come avrai notato, la maggior parte dei moduli di domanda di lavoro non ha un campo per i social media link / profili. Sono necessari solo per i campi pertinenti (esempio: settore delle pubbliche relazioni), ma per un lavoro di ingegneria, non importa se hai o meno una presenza sui social media.

Molte grandi aziende negli Stati Uniti non guarderanno ai social media per paura di ripercussioni legali.
#3
+10
motosubatsu
2019-04-26 16:25:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Anche se non posso dire se questa sia una tendenza in via di sviluppo, posso dire che il collegamento all'articolo travisa leggermente ciò che dice il sondaggio originale. L'articolo collegato afferma:

Il 57% dei datori di lavoro non intervisterà qualcuno senza una presenza sui social media.

il sondaggio su cui basa questa affermazione in realtà dice:

Il 57% dei datori di lavoro ha meno probabilità di chiamare qualcuno per un colloquio se non riesce a trovare un candidato online

No abbastanza la stessa cosa.

L'articolo del blog è di qualcuno che è un consulente di vendita .. sono chiaramente (e comprensibilmente) concentrati sulla professione di venditore che è un bollitore diverso da quello ad esempio essere uno sviluppatore di software, un meccanico o un ingegnere elettrico.

Questa non è una "leggera" falsa dichiarazione.Se ottengo cinquanta candidati con e cinquanta senza e rifiuto di intervistare _uno_ senza, è "meno probabile" ma tutt'altro che "no".
#4
+3
TimothyAWiseman
2019-04-26 21:05:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Varia in base al campo. Se stai assumendo qualcuno per il marketing, tanto meno un coordinatore di social media, penso che sarebbe molto strano se non avesse una presenza personale ed estesa sui social media. Se esistevano altri candidati qualificati, ciò potrebbe squalificare il candidato e interrompere l'esame. L'appaltatore di marketing della mia azienda ha una presenza personale sui social media ampia e ben curata.

Quando gestivo un team di sviluppatori di SQL Server, controllavo la loro presenza su siti come stackoverflow. Non riuscire a trovarne uno non mi impedirebbe di intervistare il candidato (alcuni dei nomi usati non sono esattamente il nome che metterebbero su un curriculum), ma lo farei durante il colloquio. Scoprire che non avevano un account non metterebbe fine alla considerazione, ma se non avessero un sito della comunità di riferimento in cui entrambi chiedevano e offrivano assistenza, mi incuriosirebbe.

Alcuni altri campi potrebbero non interessare troppo. Penso che qualsiasi datore di lavoro saggio non vorrebbe controllare per assicurarsi che non ci sia nulla sul sito di social media che potrebbe causare problemi all'azienda in seguito, ma non trovare nulla probabilmente non sarebbe un problema per molti lavori. Inoltre, il datore di lavoro dovrebbe stare attento ai nomi duplicati. Se cerchi il mio nome su Google, un giocatore di golf che non è imparentato con me domina la prima pagina e viene fuori anche uno storico. Un criminale, senza parenti, appariva anche sulla prima pagina, anche se per fortuna è caduto dalla prima pagina.

#5
+3
Harper - Reinstate Monica
2019-04-27 20:21:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Varia notevolmente in base al campo e alla pratica. Ad esempio, se stai intervistando come social media manager per un'azienda, ovviamente vorranno vedere che hai le braciole.

Oltre a questo, vogliono vedere se sei un idiota blaterante sui social media.

  • ti lamenti del tuo lavoro - ti lamenti anche di loro.
  • I tuoi punti di vista estremi suggeriscono futuri problemi di risorse umane : fanatismo, anti-immigrazione e simili.
  • Che cosa dice del tuo personaggio - apparentemente gestisci ogni controversia facendo i capricci e incolpando?
  • Cultura e valori si adattano - vogliono vedere cosa non dirai durante la tua graziosa e sorridente intervista - se pubblichi molto "fomentare la politica di base" post di isteria, potrebbero non volerti come verificatore.
  • Afta epizootica : se "fai scorrere la bocca senza pensare" su argomenti relativi al tuo mestiere. Molti piloti stanno lottando per superare questo limite mentre cercano di fare social media sul 737 Max.

Quindi queste cose sono generalmente esclusi : questi non ti daranno il lavoro, ti costano il lavoro. Ed è HR che lo utilizza come metodo di screening.

Ovviamente, i candidati lo sanno e non vogliono mostrare i propri account sui social media alle risorse umane. (Non posso aiutare, potrebbe ferire). Quindi i candidati cercano di nascondere la loro attività sui social media alle risorse umane. E le risorse umane lo sanno e quindi diffidano della tua affermazione di non avere alcuna attività sui social media.

Quindi non è un caso dell'azienda desiderare dipendenti attivi sui social media .. è una questione di risorse umane che non si fidano di te quando dici che non lo sei .

#6
+2
Edu
2019-04-27 04:25:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le risposte già pubblicate qui hanno fatto un buon lavoro, ma vorrei aggiungere che esistono diversi social media.

Avere un account e una presenza in un social media professionale come LinkedIn è un vantaggio quando si cerca un lavoro. Ha senso che un reclutatore preferisca qualcuno con un profilo LinkedIn perché è più facile contattarlo, saperne di più su di lui professionalmente o perché è più facile cercare potenziali dipendenti. Hai anche un approccio professionale quando pubblichi o commenti su tali social media .

D'altra parte, un social media più personale come Facebook o Twitter ha il potenziale di fare più male che bene a causa di post personali (feste, discussioni, ecc.) o di potenziale discriminazione perché vedono che hai una certa religione, certe convinzioni politiche, ecc.

Ma se hai un Facebook pieno di foto della tua famiglia e della partita di calcio con te e i tuoi amici, potrebbe dare uno sguardo a qualcuno che è reale, con la vita reale e gli hobby, un po 'come fanno i politici nelle loro campagne.

Tutto questo per dire che non ha senso coprire tutti i social media come se fossero gli stessi.

#7
  0
Dan
2019-04-26 21:56:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Voglio fare eco alla risposta di @ Dustybin80 a questa domanda e affermare che una delle prime cose che io e altri membri del team facciamo è cercare la persona online. A volte dopo un'intervista, soprattutto se la persona ha presentato un blog o GitHub. Facciamo ricerche dappertutto per capire la persona. Ad essere onesti, non esaminiamo mai il codice a meno che non sia qualcosa di palesemente ovvio come un semplice codice o qualcosa che ha ottenuto molte visualizzazioni / download.

Forse i social media sono importanti per molte persone e loro sentirsi come se dal momento che non hai i social media, non sei il tipo di persona che vogliono sul loro posto di lavoro perché si sentono come se non saresti stato aperto con i tuoi colleghi. Consideralo come un processo di verifica in background e alla fine non c'è niente di sbagliato in questo. Forse pensano che dal momento che pubblicano tutto sui social media, lo faresti anche tu a meno che tu non abbia qualcosa da nascondere o ti senta superiore a loro.

Il modo in cui dovresti vederlo è che dal momento che non ti piacciono i social media ma lo fanno, il che rende il posto di lavoro incompatibile con te. Quindi, in un certo senso, stai trasmettendo il messaggio che non sei disposto a tenere un account di social media solo per compiacere il tuo datore di lavoro.

I miei pensieri: dal momento che stai dicendo che è quasi Colpo 50/50, sono le stesse possibilità che avresti prima di leggere quell'articolo. Quindi puoi dire a te stesso che hai una possibilità 50/50 per ottenere un colloquio sul posto.

hai qualche formazione per le risorse umane devi stare attento qui
@Neuromancer Non esistono regole o leggi riguardanti le persone che cercano persone online.Dal momento che alla fine il mio manager decide su questo, non possono davvero dire che la ricerca di uno spazio pubblico è contro la legge o una violazione.Tuttavia, la visualizzazione del profilo delle persone è la prima cosa che molti datori di lavoro fanno in quanto è la più semplice per vedere le informazioni sulla persona.
Non esiste una legge sulla ricerca (forse il GPDR potrebbe influire su questo) ma ci sono leggi sulla discriminazione alcune delle quali hanno multe illimitate,


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...