Domanda:
Quante domande di lavoro simultanee sono troppe?
Kris Harper
2012-04-11 04:27:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'ultima volta che ho fatto domanda per un lavoro, ho inviato quante più candidature potevo. Certo, non era molto, forse 50 applicazioni in tre settimane. Ho sentito di altri che ne inviano centinaia alla volta.

Ma altri suggeriscono che non è necessario presentare domanda per più di tre o quattro posti contemporaneamente.

Quali sono i pro e i contro dell'invio di molte candidature, supponendo che ti prenda il tempo necessario per scrivere lettere di presentazione diverse e ottimizzare il tuo curriculum ogni volta?

Questo non risponde alla tua domanda, quindi non lo pubblicherò come tale, ma vale la pena tenere presente che il post di Joel presume che l'offerta e la domanda di lavoro siano più o meno in equilibrio. Se la disoccupazione è alta e i posti di lavoro scarseggiano, ha assolutamente senso fare domanda in molti posti. Questo non significa che dovresti inviare cattive applicazioni, semplicemente che in media avrai più errori prima di ottenere un successo.
Tre risposte:
#1
+16
Scott C Wilson
2012-04-11 05:05:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Piuttosto che un gran numero di applicazioni scatter shot, preferirei che ti concentrassi profondamente su un piccolo numero e personalizzassi ciascuna di esse, spiegando perché ti piacerebbe lavorare per la loro azienda e perché sei un buon partner per i loro bisogni. Una lettera che dimostri che hai dedicato del tempo alla ricerca dell'azienda ti mette la testa e le spalle al di sopra di qualcuno che invia una lettera di presentazione generica.

Pensa alla qualità non alla quantità.

Questo è il miglior consiglio, soprattutto quando sei disoccupato perché sicuramente hai il tempo di mettere il lavoro extra in ogni applicazione. Pensa a puntare un arpione verso il pesce premio piuttosto che a lanciare una rete a caso nell'acqua.
+1 Accetto. Altrimenti ti comporti come reclutatori che inviano migliaia di persone al giorno. I reclutatori che si concentrano molto di più su pochi candidati chiave spesso ottengono risultati migliori. Certamente rispettavano di più.
Dirò solo che, se sei disoccupato come dice @maple_shaft, hai abbastanza tempo per inviare molto E personalizzare ciascuno.
#2
+7
chrisjlee
2012-04-11 04:59:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono stato disoccupato per diversi mesi. Se hai tempo libero a disposizione come ho fatto io. Non ho mai limitato il numero di domande per le quali avrei fatto domanda. Mi candiderei anche a posizioni per le quali non ero qualificato. Non si sa mai veramente.

Se potessi, traccerei dove ti sei applicato in un foglio di lavoro o in un calendario.

Non potrebbe essere più imbarazzante candidarsi allo stesso annuncio più di una volta. Potrebbe essere visto come poco professionale.

Suggerirei anche di automatizzare il processo. Scrivi i dettagli necessari: lettera di presentazione specifica del settore, curriculum specifico del settore e un modello di email di follow-up, se puoi.

Inoltre, fare domanda per un lavoro è un'abilità in cui devi esercitarti. Questa capacità è di per sé molto preziosa.

#3
+3
jefflunt
2012-04-11 05:08:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per lavori altamente competitivi, è previsto che tu personalizzi il tuo curriculum, la lettera di presentazione e il contatto iniziale con il datore di lavoro a cui ti stai candidando. Quando agisci come responsabile delle assunzioni, puoi sentire l'odore di un tentativo di candidatura senza sforzo a un miglio di distanza ed è una perdita di tempo (la persona che presenta la domanda e la persona che legge la domanda).

Sui lavori che sono più di livello base e di "primo lavoro", come il tuo primo lavoro come cameriere, servizio di ristorazione, addetto alle vendite, ecc., questo è meno importante, ma mostrerà comunque impegno.

Quando una persona è disoccupato, sono d'accordo che dovresti passare il tempo con saggezza. Lanciare la tua rete non è così efficace, tuttavia, quanto il targeting dei luoghi in cui vuoi lavorare. Se non hai in mente un posto specifico, è un uso molto più efficace del tuo tempo andare alle fiere del lavoro (e fare un'impressione personale, faccia a faccia con un potenziale datore di lavoro) o registrarti con un agenzia e ottenere lavori secondari pur avendo tutto il tempo per candidarsi a posizioni permanenti.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...